Asta Amelia Island: l’asta di RM Sotheby’s

Asta Amelia Island: l’asta di RM Sotheby’s

Asta Amelia Island: l’asta di RM Sotheby’s

Asta Amelia Island: l’evento organizzato dalla celebre Casa d’aste RM Sotheby’s ritorna in Florida il 12 marzo

chiudi


RM Sotheby’s riprenderà il suo ruolo ufficiale come Casa per l’asta Amelia Island, programmata per il prossimo 12 marzo. L’evento del prossimo 2016 tenterà di bissare il successo del 2015, che aveva generato incassi per 60 milioni di dollari, con una percentuale senza precedenti, visto che sono stati battuti e assegnati tutti i lotti che sono stati proposti. L’asta Amelia Island del 2016 tenterà di tenere alto il livello dell’asticella con un roster di 100 coachbuilt classics, importanti auto sportive e da competizione.

I riflettori per l’asta di Amelia Island sono già accesi sun gruppo di grandi classici pre-guerra, capitanati da un’affascinante Avions-Voisin C14 Lumineuse, chassis no. 28578, del 1927, l’ultima incarnazione della Voisin innovation. Derivata dal primo modello a sei cilindri della compagnia, la C11, la C14 è stata introdotta per la prima volta proprio in quell’anno e presenta soluzioni che all’epoca erano innovative, come il sistema di apertura delle porte.

Per via del suo spettacolare design, questo modello, la Avions-Voisin C14 Lumineuse, è stato la scelta di molti e numerosi artisti dell’epoca, inclusi Maurice Chevalier, Josephine Baker,Paul Morand. Dei quattro esemplari che sono sopravissuti, la vettura esposta e offerta all’asta di Amelia Island è sicuramente il più interessante in termini di provenienza e di presentazione. Infatti, originariamente era appartenuta a nientemeno che al co-fondatore di Avions-Voisin, Gabriel Voisin, prima di fare il suo ingresso nella collezione Le Corbusier, un pioniere dell’architettura moderna, che spesso inseriva anche l’auto nelle foto agli edifici che lui stesso aveva disegnato.

La C14 passò poi tra le mani di molti altri noti collezionisti, prima di divenire di proprietà dell’attuale venditore nel 1992. Da quel momento in poi la vettura ha partecipato attivamente anche ad alcuni car rallies ed è stata esposta in notevoli esibizioni, come la “100 Years of Design” al Palais a Paris nel 1993. Più recentemente il proprietario ha anche commissionato un meticoloso restauro per portare l’auto alla sua configurazione originale.