ACMA TAP 56: la Vespa col cannone

ACMA TAP 56: la Vespa col cannone

ACMA TAP 56: la Vespa col cannone

Incredibile scooter realizzato per l’esercito francese dalla società transalpina concessionaria della Casa di Pontedera, era armato con un cannone senza rinculo da 75 mm.

chiudi

Caricamento Player...

Realizzata nel 1956 dalla ACMA, società francese che costruiva su licenza la Vespa, la TAP 56 è un incredibile scooter, armato di un cannone senza rinculo, allestito su commissione dell’esercito francese che intendeva impiegarlo in Algeria. Anche l’esercito italiano si dimostrò interessato al progetto, ma poi la commessa non andò in porto.

Lo speciale modello si caratterizza per la possibilità di trasportare un cannone senza rinculo da 75 mm, all’epoca in dotazione agli eserciti della Nato. Le sei munizioni in dotazione sono fissate con delle cinghie alle due slitte sui fianchi della Vespa. Prevista una gabbia per l’eventuale lancio con i paracadute da un aereo da trasporto.

L’allestimento era previsto utilizzando la Vespa 150 che manteneva inalterate le proprie caratteristiche tecniche, fatta eccezione per le modifiche necessarie al trasporto del pezzo, la cui canna spuntava minacciosamente dallo scudo dello scooter.

Non è dato sapere se mai fu impiegata in combattimento. Ciò che è certo, il “giocattolo” piacque all’ufficio armamenti francese, tanto che ne fu realizzata una seconda serie nel 1959, con le sole modifiche al coperchio cilindro, allo scudetto anteriore e alla griglia parasassi del faro.