Alfa Romeo Giulia Veloce, la prima a incantare Parigi

Alfa Romeo Giulia Veloce, la prima a incantare Parigi

Alfa Romeo Giulia Veloce, la prima a incantare Parigi

chiudi

Al Salone di Parigi le presentazioni delle nuove Giulietta, Mito, 4C Coupé e 4C Spider. Ma la Giulia Veloce conquista tutti

Alfa Romeo ritorna al Salone di Parigi con uno stand prestigioso che si addice a un marchio premium e simbolo dell’eccellenza 100% Made in Italy. Cinque gli esemplari: due nuove versioni Veloce, due versioni Super e un’affascinante Quadrifoglio. Ma, ovviamente, l’attenzione è tutta per la nuova Giulia Veloce.

Su Giulia Veloce debutta il nuovo motore benzina da 2 litri. Un 4 cilindri costruito interamente in alluminio – che eroga una potenza di 280 CV a 5.250 giri/min e coppia massima di 400Nm a 2.250 giri/min. Oltre al sistema elettroidraulico di attuazione valvole MultiAir, spiccano il sistema di sovralimentazione “2-in-1”. E l’iniezione diretta con sistema ad alta pressione da 200 bar.

In alternativa, la Giulia Veloce può essere equipaggiata con il nuovo 2.2 Diesel. Che sviluppa una potenza massima di 210 CV a 3.500 gir/min e una coppia massima 470 Nm a 1750 giri/min. Inoltre, il turbodiesel 2.2 della Giulia è il primo motore Diesel della storia di Alfa Romeo costruito interamente in alluminio. Questo quattro cilindri in linea è caratterizzato dal sistema d’iniezione di ultima generazione MultiJet II con Injection Rate Shaping (IRS) e pressioni d’esercizio di 2.000 bar. Il turbocompressore a geometria variabile ad attuazione elettrica rappresenta lo stato dell’arte della meccanica e minimizza i tempi di risposta assicurando, nello stesso tempo, vantaggi in termini d’efficienza. I più raffinati livelli di comfort ed esperienza di guida sono inoltre garantiti dall’utilizzo del contralbero di equilibratura.

Giulia Veloce, di nome e di fatto

Entrambi abbinati al cambio automatico a 8 marce, i motori della nuova Giulia Veloce sono prodotti in Italia negli stabilimenti di Termoli (benzina) e Pratola Serra (gasolio), in aree dedicate ai motori Alfa Romeo, con processi e metodologie all’avanguardia che li proiettano  ai vertici delle loro categorie per prestazioni ed efficienza.

Gli effetti di queste innovazioni si riflettono sulla resa complessiva del motore. A partire dai bassi regimi e con prestazioni di assoluto rilievo. Cioè 230 km/h di velocità massima e 7,2” per accelerare da 0 a 100 km/h.