L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio conquista Los Angeles

L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio conquista Los Angeles

L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio conquista Los Angeles

chiudi

L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio debutta in grande stile a Los Angeles. Per il primo SUV del Biscione un cuore da 510 CV

Come avevamo preannunciato tra le novità più del Los Angeles Auto Show c’è l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio. La Casa del Biscione ha fatto le cose in grande e per il lancio mondiale del suo primo SUV ha scelto, come fece a suo tempo per la Giulia, di partire dal modello più prestazionale, per intenderci quello dotato del 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 CV, ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari.

Un SUV compatto autenticamente Alfa

La Stelvio Quadrifoglio presentata a Los Angeles, si distingue per la minigonna in tinta con la carrozzeria impreziosita da un’appendice in carbonio che ne accentua ulteriormente l’aggressiva sportività, accentuata dai paraurti e dai possenti archi passaruota, tutti dello stesso colore della carrozzeria. L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio risulta più simile a una berlina sportiva che non a un tradizionale SUV di questo segmento. Le proporzioni esprimono compattezza, forza e dinamicità come sottolineano le dimensioni contenute: 468 centimetri di lunghezza, 165 cm di altezza e 216 cm di larghezza. Una vettura compatta che parte dall’anteriore e si sviluppa verso il posteriore, con un abitacolo che si chiude sul lunotto particolarmente inclinato e sovrastato da uno spoiler che assicura una perfetta prestazione aerodinamica. Quasi una coupé trasformata in SUV. Sensazione accentuata se si osserva il posteriore della Stelvio Quadrifoglio dove spiccano i quattro terminali di scarico, e soprattutto la “coda tronca” che richiama alla mente le mitiche vetture da corsa del Biscione.

Fibra di carbonio legni e tessuti pregiati

La stessa grinta sportiva si ritrova nell’abitacolo, con il posto guida “cucito” come un abito, con cura artigianale e materiali pregiati: fibra di carbonio, legni e tessuti sono stati scelti per la loro piacevolezza visiva e tattile e assemblati in modo da fare sentire la mano dell’uomo. Spicca il nuovo selettore Alfa DNA Pro che modifica il comportamento dinamico del veicolo in base alle scelte del guidatore: Dynamic, Natural, Advanced Efficiency (modalità di risparmio energetico) e Race (l’ideale per il massimo delle prestazioni). La Stelvio Quadrifoglio è dotata dell’innovativo sistema di trazione integrale con tecnologia Q4, progettato per gestire la trazione del veicolo in tempo reale, al fine di garantire il massimo livello in termini di prestazioni, efficienza e sicurezza. Alla trazione integrale è abbinata la tecnologia Torque Vectoring. Le due frizioni, contenute nel differenziale posteriore, consentono di controllare separatamente la coppia per ciascuna ruota. In questo modo, la trasmissione della potenza a terra migliora anche in situazioni di guida al limite.

Un cuore sportiva da 510 cavalli

Il cuore della Stelvio Quadrifoglio è costituito dal 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 CV, già utilizzato con successo sulla Giulia Quadrifoglio e qui ottimizzato anche per l’impiego in fuoristrada. Il cambio ZF automatico a 8 marce presenta una calibrazione specifica tale da permettere di effettuare le cambiate in soli 150 millisecondi in modalità Race. La trasmissione è inoltre dotata di frizione “lock up” che assicura al guidatore una forte percezione di ripresa una volta innestata la marcia. Inoltre, il cambio automatico è in grado, a seconda della modalità del selettore AlfaTM DNA Pro, di ottimizzare la fluidità, il comfort e la facilità di guida in tutti gli ambiti di utilizzo, compreso quello urbano, e permette di migliorare ulteriormente i consumi di carburante e le emissioni di CO2.

Al lancio la Stelvio sarà disponibile anche con altre motorizzazioni, tra cui il 2.0 Turbo benzina da 280 CV con cambio automatico a 8 marce. Si tratta di un 4 cilindri costruito interamente in alluminio che eroga una potenza di 280 CV a 5.250 giri/min con coppia massima di 400Nm a 2.250 giri/min.

Clicca sulle foto per ingrandirle