Aston Martin AM-RB 001, l’hypercar. Come ti confeziono il mostro

Aston Martin AM-RB 001, l’hypercar. Come ti confeziono il mostro

Aston Martin AM-RB 001, l’hypercar. Come ti confeziono il mostro

Aston Martin AM-RB 001, l’hypercar. Basta nominarla per accendere l’interesse degli appassionati. Sarà in strada nel 2019, ma è già al top

chiudi

Caricamento Player...

Aston Martin AM-RB 001, come si crea una hypercar? Per prima cosa occorre avere un budget pressoché illimitato, poi si cerca di mettere insieme la squadra di cervelli migliori scelti nelle diverse specialità, infine si impiegano i componenti, i materiali e le tecnologie più evolute. È questo che sta facendo Adrian Newey (direttore tecnico del team Red Bull di F.1) che, in collaborazione con Aston Martin, sta realizzando la Aston Martin AM-RB 001, 25 esemplari con powertrain ibrido con tecnologia Rimac.

Fornitori al top per una hypercar al top

Ogni giorno vengono svelati nuovo particolari della Aston Martin AM-RB 001 così ora si scoprono alcuni fornitori, che la dicono lunga sugli sforzi di Aston Martin di realizzare la hypercar più del prossimo futuro. Scopriamo così che la monoscocca in fibra di carbonio sarà realizzata dalla Multimatic, che il V12 6.5 aspirato è opera della Cosworth e che la trasmissione sette marce è della Ricardo.Le collaborazioni proseguono con Alcon e Surface Transforms, che forniranno l’impianto frenante carboceramico, e con la Bosch, che si occuperà della centralina di gestione del propulsore e dei sistemi di controllo di trazione e stabilità. Per il sistema d’illuminazione a Led è prevista la partnership con la inglese Wipac.

Rapporto peso-potenza di 1:1

Al V12 sarà abbinato un sistema ibrido sviluppato dalla Rimac, ma non si conoscono per il momento dettagli sul powetrain nel suo complesso se bob un dato, già di per sé impressionante. La Aston Martin AM-RB 001 è accredita di un rapporto peso-potenza di 1:1.