Audi: per l’auto a guida autonoma ci vorranno ancora 10 anni

Audi: per l’auto a guida autonoma ci vorranno ancora 10 anni

Audi: per l’auto a guida autonoma ci vorranno ancora 10 anni

Scott Keogh, presidente di Audi USA, ha dichiarato che per la prima auto a guida completamente autonoma ci vorranno almeno altri 10 anni

chiudi

Caricamento Player...

Ovviamente si tratta di previsioni molto delicate e difficili, in cui entrano in gioco molte variabili. Ma il mondo dell’automobile, dopo le recenti dichiarazioni di Audi, non sembra davvero sapere quando arriverà sul mercato la prima auto completamente a guida autonoma. Mentre il patron di Tesla, Elon Musk, crede che una delle sue auto a guida autonoma viaggerà tra le strade degli States senza alcun tipo di assistenza già tra 2 o 3 anni, la Casa dei quattro cerchi non è così ottimista. In una recente intervista a Car and Driver, Scott Keogh, il presidente di Audi USA, si è detto convinto che che un veicolo completamente autonomo non arriverà sul mercato prima di 10 anni, addirittura dopo l’annuncio dichiarato di Nissan di presentare un suo modello entro il 2020.

È tutto in problema di definizioni. Se la definizione è: ‘Lascio la mia casa, chiaccio un pulsante e la vettura mi porterà ovunque io voglia, nessuna mano sul volante, in completa autonomia’, allora la guida autonoma di cui stiamo parlando non arriverà molto presto. Dal mio punto di vista, ci borrano 10 o più anni ha dichiarato Keogh.

Si procederà gradualmente insomma. Secondo Audi, saranno raggiunti differenti livelli di autonomia nei prossimi anni, prima che un’auto possa condursi da sola, senza assistenza e in qualsiasi luogo. Keogh crede che inizialmente le auto a guida autonoma saranno guidate in aree appositamente predisposte, che prima sono state completamente mappate. Oppure nei centri urbani. È quello che accadrà con il lancio del traffic-jam assist sulla Q7 e sulla A4 base fondamentale per lo sviluppo delle tecnologie di guida autonoma. Ma il punto è che ogni 15 secondi è necessario afferrare il volante per provare al sistema che si è ancora svegli ha spiegato Keogh.