Autocrocetta e UNITALSI Piemonte: basta un selfie (sull’Everest) per essere solidali

Autocrocetta e UNITALSI Piemonte: basta un selfie (sull’Everest) per essere solidali

Autocrocetta e UNITALSI Piemonte: basta un selfie (sull’Everest) per essere solidali

chiudi

Fino al 20 dicembre ogni selfie scattato presso l’autosalone di Autocrocetta, comporterà il versamento di 1 euro all’UNITALSI. Fai tappa all’Everest per una buona causa!

Quando si tratta di solidarietà, Autocrocetta è da sempre schierata in prima linea. Si tratta di una tradizione consolidata e certamente lodevole: l’UNITALSI Piemontese e la concessionaria – da quasi trent’anni tra le principali concessionarie italiane dei due marchi – in occasione delle prossime festività natalizie e nello spirito di collaborazione che perdura da tempo, hanno lanciato l’iniziativa #unselfieperlUNITALSI.

Il funzionamento è molto semplice: già da questi giorni e fino al 20 dicembre 2016, ogni selfie scattato presso l’autosalone di Moncalieri, via Moncenisio n. 8, comporterà da parte di Autocrocetta il versamento di 1 euro all’UNITALSI. La somma sarà utilizzata per pagare una o più quote per il prossimo Pellegrinaggio Bambini a Fatima previsto per il 2017, centenario delle apparizioni Mariane.

Qualcuno potrebbe chiedersi perché mai scattare un selfie all’interno di un concessionario. La risposta è semplice: Autocrocetta trasporta i suoi clienti in ogni angolo del pianeta. Infatti, nel cuore dei suoi locali, un set virtuale di stampo cinematografico simula la cima innevata del monte Everest, tra i più alti del pianeta, contenitore per valorizzare i modelli di auto BMW e MINI. Il set, tappa finale di un viaggio immaginario che verrà narrato sul profilo ufficiale Facebook dell’Azienda, prevede non solo il diretto coinvolgimento dei tanti appassionati del mondo dei motori presenti sul territorio ma anche di curiosi e amanti della realtà spinta oltre l’estremo, che potranno realizzare selfie vivendo un’esperienza nuova e coinvolgente. E il claim alla base del progetto, “Protagonista dell’impossibile”, grazie alla collaborazione con UNITALSI è più azzeccato che mai.

UNITALSI, da sempre in viaggio

La storia dell’UNITALSI ha un legame particolare con il Santuario Mariano di Lourdes che, ancora dopo più di cento anni dalla fondazione dell’Associazione, è la meta privilegiata dei propri pellegrinaggi. Era il 1903 quando il fondatore, Giovanni Battista Tomassi, figlio dell’amministratore dei Principi Barberini, partecipò al suo primo pellegrinaggio.