Automotoretrò fa il pieno di espositori per la prossima edizione

Automotoretrò fa il pieno di espositori per la prossima edizione

Automotoretrò fa il pieno di espositori per la prossima edizione

Automotoretrò: per la 34esima edizione, che si accompagna alla 7ª di Automotoracing, è quasi record di espositori. Si attende solo il 12 febbraio

chiudi


Mancano ancora 3 mesi alla 34esima edizione di Automotoretrò e alla 7ª edizione di Automotoracing – le due fiere che riapriranno le porte il prossimo 12 febbraio –ma già oltre l’80% dei 100mila metri quadri del polo espositivo del Lingotto Fiere di Torino sono stati prenotati dagli espositori. Un segnale più che incoraggiante per la tre-giorni interamente dedicata agli appassionati del motorismo a 360 gradi che regalerà al pubblico un viaggio a cavallo di presente e passato.

Un dato davvero significativo commenta Beppe Gianoglio, organizzatore di Automotoretrò. Non era mai capitato negli anni che ci fosse una così forte adesione, con così tanti mesi di anticipo dall’inizio della kermesse. Questo, oltre a farci enormemente piacere, ci sprona ad aumentare sempre di più i nostri sforzi a livello organizzativo. L’obiettivo è quello di alzare ogni anno la qualità della manifestazione, e credo che ci stiamo riuscendo. L’interesse verso questo evento cresce sempre di più: nel 2015 sono stati oltre 60mila i visitatori che hanno affollato gli spazi del Lingotto Fiere di Torino, con un aumento del 18% rispetto all’anno precedente.

Focus sulle due ruote

Buone notizie anche per gli appassionati delle due ruote, che ormai da anni seguono Automotoretrò e Automotoracing: infatti in questa edizione le moto presenti saranno il 50% in più rispetto all’anno precedente. Nei padiglioni di Automotoretrò e Automotoracing, infatti, sarà possibile ammirare alcuni mezzi delle più famose case motociclistiche come Aprilia, MV Agusta, Guzzi e Gilera o modelli introvabili come la mitica “Quattro”, una delle primissime motociclette a quattro tempi costruita da Sergio Colombo alla fine degli anni ’30 che troviamo raffigurata sulla locandina di quest’anno insieme alla PF200, un vistoso roadster-spider dalla linea decisa, realizzato da Pininfarina nel 1952.