Bond in Motion: la fantastica mostra sulle auto di James Bond ora permanente

Bond in Motion: la fantastica mostra sulle auto di James Bond ora permanente

Bond in Motion: la fantastica mostra sulle auto di James Bond ora permanente

Visto il successo, la mostra Bond in Motion, che raccoglie auto e oggetti di culto di James Bond, diventa permanente al London Film Museum

chiudi


Bond in Motion. Si chiama così la più ampia collezione di veicoli originali utilizzati nei film di James Bond. E la buona notizia è che rimarrà ancora a lungo nella prestigiosa cornice del London Film Museum, a Covent Garden, vista la popolarità tra il pubblico. Secondo il programma originale, infatti, Bond in Motion sarebbe rimasta visitabile fino alla fine di marzo. Ma visto il successo si è meritata un posto “a tempo indeterminato”.

Ma non è tutto: nuovi elementi, inclusi i veicoli per il più recente Spectre, saranno aggiunti più avanti, nel corso dell’anno. Inoltre, per celebrare il 50esimo anniversario di Thunderball, l’originale Bell Rocket Belt arriverà dagli USA.

Inoltre, per festeggiare il primo anno della mostra Bond in Motion, il museo ospiterà un fine settimana di celebrazioni a tema Bond, dal 21 al 22 marzo. Le attività previste includono una sessione Q&A con la troupe di James Bond, incluso il production designer Peter Lamont, che ha lavorato in 18 film di James Bond; e una fantastica esibizione di Aston Martin nella Piazza di Covent Garden.

Bond in Motion: ennesima conferma della Bond-mania

In Inghilterra, patria del mitico agente 007, è quindi Bond-mania. Il successo della mostra Bond in Motion è solo la nuova conferma di un fenomeno già ampiamente visibilie pochi giorni prima e dopo la premiere del film. Come dimenticare, tra i tanti esempi, la sfilata di Aston Martin, contemporanee e classiche, che ha salutato nel migliore dei modi il debutto mondiale del nuovo capitolo, il 24esimo per la precisione, della saga? Si è trattato di un evento esclusivo, che non poteva che chiamarsi Aston Martin DB10: built for Bond.

In quell’occasione i presenti hanno potuto vedere, ciascuno all’interno di una Aston Martin, un esclusivo documentario della durata di circa un’ora che segue passo passo la creazione della Aston Martin DB10, appositamente commissionata per Spectre e costruita da un team di esperti e ingegneri – del lusso e non – nel tempo record di sei mesi.

Fonte: 007.com