Come cambiare l’olio motore dell’auto

Come cambiare l’olio motore dell’auto

Come cambiare l’olio motore dell’auto

Cambiare l’olio motore da soli: un “lavoro sporco” ma che permette di risparmiare

chiudi


Cambiare l’olio motore della propria auto in autonomia? È meno difficile di quanto si pensi, anche se un po’ laborioso, ma è necessario procedere con attenzione – anche per evitare di inquinare l’ambiente. Il risparmio, però, è garantito – se pianificate di farlo regolarmente.

Cosa comprare

Vi servono intorno ai 5-6 kg di olio nuovo, con determinate caratteristiche di viscosità: trovate tutti i dettagli, incluse spesso le marche suggerite, nel libretto di istruzioni della vostra auto. Se vi rivolgete a un ricambista specializzato, basterà fornire marca, modello e anno dell’auto. Lo stesso vale per il filtro dell’olio.

Preparazione

Vi serve uno spiazzo bene in piano in cui potete operare senza problemi, e il motore deve essere caldo: in questo modo, l’olio da sostituire sarà più fluido e scenderà più rapidamente. Basta lasciare il motore acceso per qualche minuto al minimo: non è necessario che sia bollente. Coprite anche il pavimento su cui lavorerete: l’olio macchia molto. Vanno bene fogli di giornale, scatole di cartone rotte eccetera.

Alzare l’auto

Per cambiare l’olio motore è necessario raggiungere il dado di scarico del circuito, che si trova sotto l’auto: è quindi necessario sollevarla, con un ponte, dei martinetti / cric oppure delle rampe; si possono costruire con pochi spiccioli, usando, per ogni ruota, due assi di legno, una lunga circa 80 – 100 cm e l’altra lunga la metà; la larghezza deve essere di qualche centimetro superiore a quella delle gomme, lo spessore intorno ai 4 – 5 cm. Sovrapponetele e posizionatele davanti a ciascuna ruota; salite con l’auto e tirate il freno a mano non appena siete sul secondo “scalino”.

Rimuovere l’olio esausto

A questo punto raggiungere il bullone del circuito dell’olio dovrebbe essere sufficientemente comodo, ma prima di sdraiarvi sotto l’auto è consigliabile aprire il tappo dell’olio all’interno del cofano, quello attraverso cui inserirete l’olio nuovo. Indossate dei guanti di lattice, procuratevi una chiave inglese (meglio regolabile) e una bacinella vecchia con capienza circa 5 litri. La dovrete posizionare sotto la coppa dell’olio: è un recipiente in metallo che si trova in genere sotto il motore, da cui sporge un dado o un tappo. Se avete lasciato l’auto in moto per qualche minuto, risulterà calda.

Svitate con molta cautela il dado; l’olio comincerà a zampillare, e potrebbe essere molto caldo. Assicuratevi che cada tutto dentro alla bacinella: è molto inquinante e va raccolto con perizia. Potete finire di svitare il bullone a mano, il che vi ridurrà i rischi che cada dentro alla bacinella a sua volta.

Sostituire il filtro dell’olio

Ci vorrà qualche minuto perché fuoriesca tutto l’olio; nel frattempo, potete dedicarvi alla sostituzione del filtro. La sua posizione varia da un modello all’altro, ma una rapida ricerca su Google vi aiuterà a trovare la posizione esatta per il vostro modello di auto. Anche qui in genere si tratta di svitare un dado; di solito è necessaria la chiave inglese. Prima di riavvitare il filtro nuovo, bagnate leggermente il filtro stesso e il filetto con un po’ di olio pulito.

Versare l’olio nuovo

Richiudete con molta cura il tappo dell’olio, stringendo bene con la chiave inglese. Curatevi di riposizionare eventuali guarnizioni. Lasciate ancora lì la bacinella, per sicurezza. Ora non resta che versare l’olio motore nuovo attraverso il tappo nel cofano aperto in precedenza: versatene esattamente quanto indicato dal manuale dell’auto. Chiudete il tappo e accendete il motore per un minuto circa; verificate che non ci siano perdite di olio, controllate il corretto spegnimento della spia dell’olio sul cruscotto ed eseguite le eventuali procedure di reset dell’avviso di cambio olio (variano da un’auto all’altra, dettagli sul manuale).

Smaltire l’olio esausto

L’olio esausto è estremamente inquinante e va smaltito negli appositi centri di raccolta e riciclo; meglio trasferirlo in un contenitore richiudibile e facilmente trasportabile. Ricordate di vuotare anche il filtro dell’olio, anch’esso riciclabile. In tutto, per cambiare l’olio motore non dovrebbe volerci più di un’ora.

Fonte foto copertina: Wikipedia