Chris Amon, addio al pilota Ferrari

Chris Amon, addio al pilota Ferrari

Chris Amon, addio al pilota Ferrari

È morto a 73 anni, dopo una lunga battaglia contro il cancro, il pilota di F1 Chris Amon. Corse per il Cavallino dal ’67 al ’69

chiudi

Caricamento Player...

È un giorno davvero triste per il mondo dell’automobilismo, che ha salutato per la sua ultima corsa sul pilota di F1 Chris Amon. Il neozelandese – così ha comunicato la sua famiglia – si è spento all’età di 73 anni. Da tempo combatteva contro una forma di cancro. Il pilota  corse anche per la scuderia Ferrari dal 1967 al 1969.

Chris Amon, il destino avverso

Tanta era la sfortuna di Chris Amon nelle gare da diventare addirittura proverbiale. Di lui Mario Andretti disse: Se facesse il becchino la gente smetterebbe di morire. Ma Amon, nonostante sia stato considerato come uno dei migliori piloti a non aver mai vinto un Gran Premio di Formula 1, di talento ne aveva eccome.

Amon e la Ferrari

Chris Amon corse per il Cavallino nel 1967, 1968 e 1969. Tre stagioni che ancora oggi sembrano maledette. Veloce a detta di tutti, gli sfuggì sempre, però, la vittoria in un Gran Premio.

Viene considerato dall’ingegner Mauro Forghieri, all’epoca progettista della Ferrari, il miglior pilota collaudatore mai avuto in scuderia. Anche Stirling Moss, dopo alcuni commenti non troppo lusinghieri, riconobbe il pilota neozelandese tra i migliori della sua epoca.