Come ricaricare una batteria auto scarica in pochi passaggi

Come ricaricare una batteria auto scarica in pochi passaggi

Come ricaricare una batteria auto scarica in pochi passaggi

chiudi

Come ricaricare una batteria auto scarica: pochi passaggi per ripartire senza grattacapi

Come ricaricare una batteria auto scarica: una guida completa che illustra tutti i passaggi da compiere.

Un contrattempo che può capitare a tutti

Le auto del giorno d’oggi per funzionare non possono fare a meno dell’elettronica. Ed elettronica equivale ad alimentazione elettrica. In altre parole, anche se è la benzina o il gasolio che fanno girare le ruote, l’auto non si muove se la batteria ha dei problemi.

Oggi impareremo come fare a ricaricare senza troppi fastidi la batteria di un’auto. Ogni tanto può capitare che queste si scarichino completamente. Ogni tanto è colpa nostra – la luce di cortesia o l’autoradio dimenticata accesa. Ogni tanto è colpa dell’ambiente: troppo freddo, troppa umidità. Ogni tanto, sì, può anche essere semplicemente scoccata la sua ultima ora.

Cavi e… cavia

Per caricare una batteria servono pochi oggetti ma fondamentali. Per cominciare, due cavi elettrici studiati appositamente. Di solito sono uno nero e uno rosso, per rendere semplici le cose.

Poi serve un’altra auto, naturalmente che abbia la batteria a posto. L’auto “donatrice” in realtà non ci perde niente, e si tratta di una procedura di pochi minuti. In altre parole, chiedere con gentilezza a un estraneo nelle vicinanze produce un risultato positivo.

Come caricare la batteria

Le due auto si devono guardare muso a muso. L’auto donatrice deve avere il motore acceso, l’altra  (ovviamente) spento. I cavi vanno collegati nel seguente ordine:

  1. Cavo rosso al polo rosso (positivo) della batteria sana
  2. Cavo rosso al polo rosso (positivo) della batteria scarica
  3. Cavo nero al polo nero (negativo) della batteria sana
  4. Cavo nero al polo nero (negativo) della batteria scarica o qualsiasi altro punto in metallo della scocca dell’auto in panne.

A questo punto si accende il motore dell’auto in panne e questo si accenderà. Ora ci penserà l’alternatore a caricare la batteria; si consiglia di lasciare il motore acceso per almeno una mezz’ora, senza troppi accessori (fari, autoradio etc) accesi).