Come scegliere pneumatici invernali: la legge e i suggerimenti

Come scegliere pneumatici invernali: la legge e i suggerimenti

Come scegliere pneumatici invernali: la legge e i suggerimenti

chiudi

Come scegliere pneumatici invernali: informazioni utili e dettagli pratici

Come scegliere pneumatici invernali: tutte le informazioni importanti da sapere per fare la scelta migliore per il proprio tipo di auto.

Un obbligo ormai per tutti

I pneumatici invernali sono diventati ormai una necessità in tutta Italia, non solo più nelle zone montuose. Con l’intensificarsi del traffico, una nevicata improvvisa può avere effetti deleteri anche in città di pianura o di mare.

Anzi, forse addirittura peggiori data la poca abitudine ad affrontare questo tipo di avversità climatica. In questa breve guida cercheremo di capire come scegliere i migliori pneumatici invernali adatti per la propria vettura.

Fa fede il libretto

Per scegliere i giusti pneumatici invernali, è fondamentale controllare le misure previste dal libretto di circolazione dell’auto. Qualsiasi misura non riportata esplicitamente lì sopra, sia essa migliore o peggiore, più piccola o più grande, non va bene.

Ricordate molto bene questo dettaglio, perché circolare con pneumatici non omologati potrebbe costarvi il fermo amministrativo dell’auto. Oltre a multe estremamente salate. Quindi se avete qualche dubbio rivolgetevi a un gommista esperto.

La dicitura M+S

Ogni automobile venduta in Italia deve per forza riportare almeno una misura accompagnata dalla dicitura M+S. È proprio quella che ci interessa. M+S è infatti una sigla che indica la dicitura inglese Mud + Snow, traducibile in italiano con Fango + Neve.

Insomma, sono la convenzione che identifica inequivocabilmente i pneumatici da neve.

La dimensione minore possibile

Per ottenere la miglior trazione possibile in caso di neve, il consiglio è di scegliere la misura più piccola concessa. Di solito ce n’è solo una, che è già quella più piccola. Un altro accorgimento utile è di gonfiare le gomme invernali un pochino (0,1 – 0,2 bar) in meno di quelle estive.

Questo garantirà una superficie più ampia a contatto con la neve, permettendo al battistrada di lavorare meglio.