Come controllare i livelli dell’auto

Come controllare i livelli dell’auto

Come controllare i livelli dell’auto

Controllare i livelli: un’operazione semplice che mantiene l’auto in forma

chiudi


Controllare i livelli di tutti i fluidi dell’auto è una buona norma da osservare per mantenerla in forma. Ve li presentiamo in ordine di accessibilità e necessità.

Liquido lavavetri

Il liquido più “innocuo” dell’auto, oltre che il più facile ed economico da rabboccare personalmente. Basta cercare l’apposita vaschetta nel vano motore (è di solito contraddistinta da un simbolo analogo a quello sulla leva dei tergicristalli), alzare il tappo e versare il liquido nuovo al suo interno (può essere necessario servirsi di un imbuto). È consigliabile usare liquidi appositi, con additivi anti-gelo e detersivi per pulire i vetri da insetti e altro. Una vaschetta di liquido lavavetri può raggiungere la capacità di 4-5 litri.

Olio motore

Questa operazione va svolta a motore freddo, fermo da almeno un’ora. In genere non è necessario rabboccare se eseguite una manutenzione ordinaria regolare, ma è importante tenere i livelli sotto controllo perché in caso di guasti all’impianto l’assenza di olio può essere fatale per il motore. All’interno del vano motore è presente una piccola asticella con un occhiello (potete consultare il manuale della vostra auto per riferimenti più precisi). Estraetela dalla propria sede; la sua punta sarà sporca di olio. Il livello di olio deve essere compreso tra il massimo e il minimo indicato dai due segni (tacche, scanalature etc) sul corpo dell’asticella.

Anche il colore dell’olio è un indice importante: se è nero e opaco, va sostituito.

Acqua del radiatore

In genere questa operazione va eseguita come precauzione su vetture con qualche anno, con il motore freddo da qualche ora e l’auto parcheggiata in piano. La vaschetta è solitamente posizionata sopra al radiatore stesso, ma è sufficiente rivolgersi al manuale di istruzioni dell’auto per avere informazioni più dettagliate. Sulla vaschetta sono indicati i livelli minimo e massimo; per rabboccare, è necessario usare acqua distillata o demineralizzata, al limite addizionata con un modesto quantitativo di antigelo in inverno.

Liquido trasmissione

Questo olio si cambia molto di rado – anche ogni 100.000 o 150.000 Km, in ogni caso le istruzioni precise sono riportate sul libretto d’uso dell’auto. È comunque consigliabile controllarlo ogni tanto: come per l’olio motore, bisogna individuare la relativa asticella nel vano motore, estrarla e verificare che il livello si attesti tra le due tacche. Anche in questo caso, se l’olio è scuro e opaco significa che si avvicina il momento di sostituirlo. Questo controllo va effettuato a motore caldo.

Liquido freni e servosterzo

In genere questi liquidi non aumentano né diminuiscono significativamente durante il ciclo vitale dell’auto; in caso contrario, è possibile che esista qualche guasto o perdita all’impianto, e quindi è meglio rivolgersi a un’officina.

Fonte foto copertina: Flickr