Coppa Oro delle Dolomiti 2016: la vittoria ad Alfa Romeo

Coppa Oro delle Dolomiti 2016: la vittoria ad Alfa Romeo

Coppa Oro delle Dolomiti 2016: la vittoria ad Alfa Romeo

Moceri-Bonetti vincono la Coppa Oro delle Dolomiti 2016. I due bordo dell’Alfa Romeo Giulietta TI del 1961

chiudi

Caricamento Player...

Si è conclusa ieri la Coppa Oro delle Dolomiti 2016. Ad aggiudicarsi la vittoria è stato l’equipaggio formato da Giovanni Moceri – Daniele Bonetti. I due hanno condotto al successo l’Alfa Giulietta TI del 1961. Il Biscione può ritenersi più che soddisfatto quest’anno. È andata bene anche la Giulia TI Super del 1963, vettura ufficiale del marchio, quinta nella classifica finale Raggruppamento Speciale. Quest’ultima categoria comprende le vetture realizzate tra il 1962 e il 1965, distinte per meriti sportivi o di interesse storico.

Condotta dal famoso pilota Arturo Merzario, la Giulia TI Super del 1963 appartiene alla Collezione FCA Heritage. Messa a disposizione del rinnovato Museo Storico di Arese, la preziosa vettura è la più rara e prestigiosa tra le berline Giulia. Si tratta infatti della versione “ready-to-race” realizzata in 501 esemplari, quasi tutti in tinta “Biancospino”, con l’emblema del Quadrifoglio sulle fiancate e sul cofano del bagagliaio.

Coppa Oro delle Dolomiti, tra i simboli Alfa Romeo

Lo stesso simbolo era ben visibile anche sulla nuova Giulia Quadrifoglio che ha fatto da apripista ufficiale della manifestazione. Sintesi del nuovo paradigma Alfa Romeo e massima espressione de “La meccanica delle emozioni”, la versione top di gamma è equipaggiata con il nuovo motore 2.9 BiTurbo benzina da 510 CV – totalmente in alluminio e ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari – che assicura prestazioni straordinarie: velocità massima di 307 km/h, accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3,9 secondi e una coppia massima pari a 600 Nm.

L’impegnativa competizione sulle Dolomiti – uno degli scenari più suggestivi del mondo, che si fregia del titolo di “Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco” – ha messo in risalto sia l’affidabilità delle vetture d’epoca Alfa Romeo sia quel fil rouge che lega da sempre le auto del passato e quelle di attuale produzione contraddistinte dal logo di Alfa Romeo.