Cosign e Aci per la digitalizzazione delle pratiche auto

Cosign e Aci per la digitalizzazione delle pratiche auto

Cosign e Aci per la digitalizzazione delle pratiche auto

Uno degli elementi cardine del processo di dematerializzazione è il dispositivo HSM (hardware security module) di firma remota CoSign

chiudi


Aci – Automobile Club d’Italia ha presentato oggi a Key4Paperless il passaggio dalla carta al digitale che, al momento, ha riguardato oltre 6 milioni di certificati di proprietà, digitalizzati con la tecnologia di firma remota CoSign. Avviato ad ottobre 2015, ha già dato ottimi riscontri in termini di risparmi economici, snellimento delle procedure e sicurezza dei documenti. La digitalizzazione dei certificati di proprietà costituisce l’asse portante del piano Semplific@uto, la strategia di semplificazione e digitalizzazione a livello nazionale della documentazione amministrativa relativa ai veicoli. Un intervento di semplificazione promosso da Aci, che alleggerisce il peso della burocrazia sull’automobile, per una PA meno invasiva e complessa.

La soluzione Cosign e tutti i vantaggi

Uno degli elementi cardine del processo di dematerializzazione è il dispositivo HSM (hardware security module) di firma remota CoSign. Si tratta di un apparato in grado di contenere e proteggere migliaia di certificati di firma, certificato OCSI per la conservazione dei certificati digitali.

La soluzione comporta vantaggi immediati e sostanziali per l’intero mondo auto: operatori professionali (di tutte le categorie), uffici territoriali del Pra, agenzia delle entrate e utenti. L’antenato cartaceo del certificato di proprietà, infatti, dopo essere stato consegnato in originale, era conservato a carico dell’utente e poteva essere soggetto a contraffazione. In caso (frequente) di smarrimento, inoltre, era necessaria la denuncia alle Autorità. I certificati rilasciati con il nuovo processo di firma, invece, non possono essere contraffatti o smarriti e non comportano ulteriori costi.

Federico Berti, general manager di Infoknowledge che ha fornito la soluzione CoSign, ha commentato: Siamo molto orgogliosi di questo progetto che rappresenta un caso di successo di efficienza nella Pubblica Amministrazione. Una vera e propria rivoluzione digitale che vede l’Italia in prima linea tra i Paesi Europei, all’alba del mercato digitale unico europeo, e attesta il nostro Paese tra i precursori in questo cambiamento epocale. Il passaggio al digitale si traduce in risparmi sui costi associati alla carta, semplificazione delle procedure e massimo controllo e sicurezza dei documenti.