Dakar 2016 settima tappa: vince Sainz. Trionfo Peugeot

Dakar 2016 settima tappa: vince Sainz. Trionfo Peugeot

Dakar 2016 settima tappa: vince Sainz. Trionfo Peugeot

Dakar 2016 settima tappa. Questa volta a salire sul gradino più alto del podio è Carlos Sainz. Nuova doppietta Peugeot. Loeb, secondo, passa di nuovo in testa in classifica generale.

chiudi

Caricamento Player...

La Dakar 2016 è sempre più sotto il segno della Casa del Leone. I suoi tre più prestigiosi alfieri si danno il cambio a salire sul gradino più alto del podio. Gli altri concorrenti, in primis Mini, non possono che accettare la superiorità delle Peugeot 2008 DKR.

Questa volta a salire sul gradino più alto del podio è stato Carlos Sainz. Nella speciale Loeb è partito come il solito a razzo facendo segnare il miglior tempo al primo controllo e mantenendo la testa della corsa sino a metà percorso. Sainz non si è fatto però impressionare e ne ha mantenuto il passo, sino a quando, nella parte finale, è riuscito a superarlo tagliando il traguardo con 38” di vantaggio. In difficoltà Stéphane Peterhansel, che ha dovuto lasciare passare Nasser Al-Attiyah (Mini). Il principe del deserto e campione in carica ha così potuto finalmente agguantare il gradino più basso del podio, anche se il suo distacco in classifica generale si è ulteriormente dilatato.

Al giro di boa (oggi la corsa riposa) Sébastien Loeb torna in testa alla classifica generale con 2 minuti e 27 secondi di vantaggio su Stéphane Peterhansel. Carlos Sainz è terzo a 4 minuti e 50 secondi. Nasser Al-Attiyah quarto, ma con un distacco di ben 17 minuti e 36 secondi.

Nelle moto prima vittoria per il cinque volte campione del mondo di enduro Antoine Méo (KTM) davanti a Kevin Benavides (Honda) e Michael Metge (Honda). Ma il vero protagonista è stato il leader della corsa Paulo Gonçalves (Honda) che non ci ha pensato un minuto a mandare al diavolo il cronometro, per fermarsi a soccorrere “l’avversario” Mattia Walkner (KTM) vittima di una brutta caduta che lo ha costretto al ritiro. Il gesto altruistico ha valso a Gonçalves un abbuono di 10 minuti consentendogli di mantenere la leadership in classifica generale con un vantaggio di 29 secondi su Toby Price (KTM). Da notare che la tappa è stata sospesa a causa delle proibitive condizioni meteorologiche.

Si riprende lunedì con l’ottava tappa da Salta a Belen. Il tracciato di 766 km, di cui 393 km di speciale, porterà i concorrenti ad affrontare le prime dune e diventerà essenziale destreggiarsi nella navigazione. Martedì vi diremo come è andata.

Vai alle classifiche auto e moto dopo la settima tappa