EasyCar, un vero e proprio mosaico di servizi digitali

EasyCar, un vero e proprio mosaico di servizi digitali

EasyCar, un vero e proprio mosaico di servizi digitali

ACI presenta EasyCar sviluppato in linea con le indicazioni del Codice per l’Amministrazione Digitale (CAD) e di AgID

chiudi

Caricamento Player...

EasyCar è il nuovo sistema di servizi in continua evoluzione – ideato e realizzato interamente dall’ACI – per proseguire nella digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Si tratta di un mosaico che si compone di più tessere, alcune delle quali ormai entrate a far parte della vita di numerosi automobilisti, tra cui il certificato di proprietà digitale, presentato il 1° ottobre dello scorso anno e pietra angolare della rivoluzione digitale ACI: non si può più smarrire, essere rubato, né si può falsificare. Poi c’è l’atto di vendita digitale, che si aggiunge all’intero processo di compravendita dei veicoli che diventa “nativo digitale”: le procedure amministrative si semplificano ulteriormente, e – grazie all’uso della firma elettronica – si garantisce la massima sicurezza dei documenti.

Ma non è tutto Mycar e Infotarga: a breve saranno attivati questi ulteriori due servizi per i cittadini: MyCar per consultare la situazione fiscale, il Cdp Digitale e i dati tecnici del tuo veicolo; Infotarga che permetterà – ad esempio prima di acquistare un’auto usata – di verificare se è rubata, se è stata radiata, oppure per consultarne la valutazione, i costi di passaggio di proprietà, del bollo o chilometrici.

EasyCar, parla il presidente Angelo Sticchi Damiani

Abbiamo tracciato un percorso che è partito con il Certificato di Proprietà digitale – CdPD e la sua smaterializzazione, seguendo le sollecitazioni dell’AgID e del Governo per la modernizzazione e semplificazione del Paese, dichiara Angelo Sticchi DamianiPresidente dell’Automobile Club d’ItaliaIl nuovo Certificato di Proprietà Digitaleè stato l’inizio di una serie di semplificazioni per gli automobilisti che oggi si arricchiscono di ulteriori opportunità e servizi – ha sottolineato il Presidente ACI. Siamo pronti a mettere a disposizione delle altre Pubbliche Amministrazioni, se li riterranno funzionali alle loro necessità, tutte le tecnologie e gli strumenti da noi sviluppati e testati.