F1 GP D’Italia prove. Monza forever. Ecclestone firma!

F1 GP D’Italia prove. Monza forever. Ecclestone firma!

F1 GP D’Italia prove. Monza forever. Ecclestone firma!

F1 GP D’Italia prove. Il più veloce nelle libere è Hamilton, ma la notizia è la firma del contratto con Ecclestone: Altri 3 anni a Monza

chiudi

Caricamento Player...

F1 GP D’Italia prove. Nelle libere, simulazione qualifica, il più veloce è Hamilton (1:22.801) seguito dal compagno di squadra Rosberg (+0.193). Frecce d’Argento come al solito imbattibili, ma dietro ci sono le Rosse: Vettel (+0.453) e Raikkonen (+0.626). Con solo un pugno di decimi di distacco la Ferrari se la può giocare. Tuttavia la notizia più attesa e che ha fatto scalpore è il tanto atteso accordo con il patron della F1 Bernie Ecclestone e la cordata guidata da ACI per mantenere l’F1 GP D’Italia per altri tre anni all’Autodromo Nazionale Monza.

Monza forever. Parola di Ecclestone

Sono le 15 quando Roberto Maroni (Presidente di Regione Lombardia), Angelo Sticchi Damiani (Presidente di ACI Italia), Piero Lorenzo Zanchi (Presidente Sias) e Bernie Ecclestone si incontrano nell’Hospitality Building ACI. Nella saletta gremita da giornalisti provenienti da tutto il mondo, la stretta di mano tra Sticchi Damiani e Ecclestone suggella la firma del contratto che impegna per altri tre anni la FOM ad organizzare il Gran Premio D’Italia all’Autodromo Nazionale Monza (leggi l’anticipo dei termini dell’accordo). Cosa non usuale Ecclestone si lascia andare e, tra il tripudio dei sostenitori di Monza, afferma: «Mi auguro che il GP d’Italia resti a Monza non soltanto per tre anni ma per cento».

F1 GP D'Italia

I due principali fautori dell’accordo con Ecclestone: Angelo Sticchi Damiani (Presidente ACI) e Roberto Maroni (Presidente Regione Lombardia)

Verstappen a Spa ha sbagliato. Parola di Lauda

Altro tema caldo della giornata lo strascico del comportamento ritenuto da molti scorretto di Max Verstappen a Spa nei confronti di Raikkonen e le sue dichiarazioni del dopo gara quando, anziché scusarsi con il campione del mondo, ha affermato di essere lui la vittima e che i ferraristi gli avevano rovinato la gara. Nicky Lauda, intervistato da Sky sull’accaduto, come al solito non le manda a dire al giovane leone delle Fiandre: «Max è troppo giovane, ha bisogno di andare a scuola. Ė un pilota incredibile, velocissimo ed ha la stoffa del campione, ma si deve dare una calmata. Gli altri non sono tutti idioti. Lui a Spa ha sbagliato, è partito male. Se aspettava a superare le Ferrari anziché undicesimo poteva arrivare secondo. Penso che gli altri piloti gli parleranno. Mi auguro che capirà e diventerà quel grande campione che può diventare».