F1 GP Italia 2017. Si farà a Monza. Parola di Ivan Capelli

F1 GP Italia 2017. Si farà a Monza. Parola di Ivan Capelli

F1 GP Italia 2017. Si farà a Monza. Parola di Ivan Capelli

F1 GP Italia 2017, Ivan Capelli, AC Milano, è convinto che alla fine si farà a Monza. Ora i soldi ci sono e la candidatura di Imola è destinata a decadere

chiudi

Caricamento Player...

La presentazione del rinato Circuito di Milano era una occasione troppo ghiotta per non chiedere a Ivan Capelli, presidente AC Milano, a che punto sono le trattative per il rinnovo del contratto F1 GP Italia 2017 con Ecclestone. Il patron della F1 non perde occasione di buttare lì l’ipotesi che se Monza non ha i soldi per onorare il contratto quadriennale per lo svolgimento del GP, Imola è pronta a prenderne il posto.

La trattativa è in dirittura d’arrivo

Capelli non si è sottratto alla domanda affermando che la trattativa è ormai in dirittura d’arrivo. I soldi per far fronte al notevole impegno economico spalmato su quattro anni sono stati reperiti, grazie anche al decisivo intervento di Regione Lombardia, che contribuirà per 5 milioni all’anno destinati esclusivamente a sostenere l’autodromo in funzione del contratto. Tutti i nodi tecnici amministrativi con Regione Lombardia, con i Comuni di Milano e Monza (comproprietari della pista) e il Consorzio di gestione sono stati sciolti.

Proposta vincolante per 4 anni

In questi giorni sarà formalizzata alla Fom (Formula one management che gestisce i diritti della F1) una proposta vincolante, con l’obiettivo di ottenere un rinnovo di quattro anni (2017-2020) a un canone annuo di circa 20 milioni di euro. Nel frattempo il presidente di ACI Italia Angelo Sticchi Damiani, impegnato nella estenuante trattativa dal settembre 2015, è in procinto di chiudere l’accordo con una grosso sponsor italiano, una multinazionale, in grado di garantire quell’afflusso costante di denaro fresco, indispensabile per l’ammodernamento della struttura.

Resta l’incognita Imola

Tramonta quindi l’ipotesi del trasferimento del GP d’Italia a Imola? Non è detto. Anche se Ivan Capelli non vuole dargli peso, si susseguono gli incontri tra il patron di Imola Uberto Selvatico Estense e Bernie Ecclestone. Ci sarebbe una proposta, sostenuta da una solida copertura finanziaria, dove mancherebbe solo la firma di Ecclestone per diventare operativa. Capelli – e non solo lui – spera che si possa firmare l’accordo entro la fine del mese o al più tardi in occasione del GP d’Italia in programma a Monza il 4 settembre. Sarebbe davvero triste se il Tempio della Velocità perdesse proprio la corsa che più di ogni altra lo ha fatto entrare nel mito.