F1 GP Singapore qualifiche. Seb Ferrari: Il sogno spezzato

F1 GP Singapore qualifiche. Seb Ferrari: Il sogno spezzato

F1 GP Singapore qualifiche. Seb Ferrari: Il sogno spezzato

F1 GP Singapore qualifiche. La SF16-H tradisce Seb che non si qualifica. Partirà ultimo nel GP che nel 2015 l’ha visto trionfatore. Pole Rosberg

chiudi

Caricamento Player...

Dopo lo straordinario, fantastico bagno “Rosso” di Monza con il vincitore Rosberg che canta assieme ai tifosi Ferrari e Vettel, terzo, osannato come se avesse vinto il GP, il Circus sbarca a Marina Bay per l’F1 GP Singapore. La ruota panoramica spicca nella notte fra laser nel cielo e grattacieli dalle altezze mozzafiato. Piloti, meccanici e addetti sono costretti a vivere di notte per non sballare a causa del fuso orario. Il circuito è considerato il Montecarlo d’Asia ricco di curve impegnative e con tanto di tunnel.

Nel 2015 l’ultima vittoria di Vettel e la Ferrari

Qui l’anno scorso Sebastian Vettel e la Ferrari hanno trionfato, ma questa è stata anche l’ultima vittoria di Seb. Poi un digiuno lungo 20 gare; una situazione che comincia ad andare stretta al quattro volte campione del mondo. A Monza quel terzo posto ha fatto sperare. Un successo servirebbe a risollevare il morale e farebbe felice il presidente Sergio Marchionne che lo chiede ormai da tempo a gran voce.

Seb rompe e parte ultimo. Kimi terza fila

Doccia fredda per Seb e la Ferrari, nel Q1 si rompe la barra della sospensione posteriore della SF16-H, la monoposto diventa inguidabile. Sebastian ce la mette tutta, ma il passaggio al Q2 diventa un miraggio. Disperato tentativo ai box degli uomini in Rosso, ma il guasto non è riparabile. Risultato Vettel partirà ultimo. Fuori gioco, a meno di un miracolo, Seb, le speranze di un successo del Cavallino sono riposte in Kimi Raikkonen, giunto secondo lo scorso anno, che con 1:42.956 partirà in terza fila, ma davanti ha l’osso d’uro Max Verstappen (1:42.744) e Lewis Hamilton (1:42.704). Prima fila e secondo posto per Daniel Ricciardo 1:42.531 che scatterà a fianco del polemam Nico Rosberg che con 1:42.584 ha sbriciolato con la sua Freccia d’Argento anche il record della pista. Per la Ferrari si preannuncia una gara tutta in salita.