Fca e Ferrari: le riunioni nella Terra dei tulipani

Fca e Ferrari: le riunioni nella Terra dei tulipani

Fca e Ferrari: le riunioni nella Terra dei tulipani

In Olanda, tra i tulipani, sboccia una nuova stagione per Fca ed Elkann, proiettati ormai verso orizzonti sempre più internazionali

chiudi

Caricamento Player...

Domani in un lussuoso hotel all’aeroporto di Amsterdam, ci sarà un inedito triplice appuntamento con le assemblee in sequenza di Cnh Industrial, Fca e Ferrari: le tre società separate tra loro negli ultimi anni e ora, con sede legale nei Paesi Bassi, controllate direttamente dalla holding Exor. MA la novità principale è l’ingresso in cda di John e Lapo Elkann.

Le tre assemblee olandesi sono per approvare i bilanci annuali e il rinnovo dei cda, con gli azionisti Fca che devono votare anche l’uscita del gruppo da Rcs dopo oltre 40 anni. Qui c’è in ballo – è ovvio – l’alleanza con L’Espresso, che porterà alla nascita del primo gruppo editoriale che vanta due grandi quotidiani come Repubblica e La Stampa. Una fusione che diluirà il controllo sui giornali italiani nell’orbita degli Agnelli, mentre sul versante internazionale l’estate scorsa Exor è diventata il primo azionista dell’Economist con oltre il 40%.

Anche per il futuro di Fiat-Chrysler John Elkann avrà un ruolo sempre più importante, soprattutto nel difficile cammino che dovrebbe portare alle nozze con un altro grande costruttore mondiale.

Fca, John e la lettera agli azionisti

Non c’è dubbio che fusioni e integrazioni sono difficili da realizzare e che non tutte hanno successo. Ma come Sergio ha dimostrato con la creazione di Fca, possono funzionare se vengono portate avanti nel rispetto delle culture e in maniera razionale. Lo ha scritto John Elkann, nella lettera agli azionisti di Exor.

È interessante vedere come in altri settori ad alta intensità di capitale abbiamo avuto due importanti operazioni, annunciate di recente, che hanno dato vita a leader assoluti nei loro rispettivi mercati: Holcim e Lafarge nel settore dei materiali da costruzione e ABI con SABMiller che hanno creato il più grande produttore di birra al mondo. Ma il mondo dell’auto senza dubbio sosterrà che questi sono business più semplici, e che non hanno la complessità tecnologica che esso deve gestire ha aggiunto Elkann, sostenendo che settori ad alta complessità tecnologica hanno già vissuto la stagione del consolidamento.

Fonte: Askanews