Fca: un maggio da record! E per la Giulia…

Fca: un maggio da record! E per la Giulia…

Fca: un maggio da record! E per la Giulia…

È un mese da record per Fca, che a maggio ha incrementato le vendite del 33,3 per cento in un mercato cresciuto del 27,3 per cento

chiudi

Caricamento Player...

La leadership del gruppo automobilistico italiano non conosce crisi: sono numeri da record quelli di Fca a maggio sul mercato italiano. Per la diciassettesima volta consecutiva, infatti, Fiat Chrysler Automobiles ha aumentato le vendite con valori superiori a quelli ottenuti dal mercato. In altre parole, con quasi 56 mila immatricolazioni, Fca ha incrementato le vendite del 33,3 per cento in un mercato cresciuto del 27,3 per cento.

L’andamento positivo del gruppo è particolarmente degno di nota perché era dal 2006 che in maggio Fca non cresceva di un valore così elevato. La quota di Fiat Chrysler Automobiles è stata del 29,8 per cento, in aumento cioè di 1,4 punti percentuali rispetto a maggio 2015, il valore più alto da maggio del 2013. Nei primi cinque mesi del 2016 le registrazioni FCA sono state oltre 255.800, in aumento del 23,8 per cento in confronto allo stesso periodo dell`anno scorso. Anche in questo caso si tratta di una crescita migliore rispetto a quella ottenuta dal mercato globale (che segna un più 20,5 per cento). Nel progressivo, la quota FCA è stata del 29,2 per cento, in crescita di 0,8 punti percentuali.

E intanto Fca si gode la Giulia

Solo nello scorso weekend il “Porte aperte” dedicato alla nuova Giulia Alfa Romeo sono stati 35mila le persone attirate in concessionaria in tutta Italia, mentre sono stati addirittura 8mila i test drive effettuati. Lo ha reso noto Gianluca Italia, responsabile Business Center Italy, che nel corso di una conference call ha commentato il successo del nuovo modello Alfa Romeo: L’Alfa è tornata alla grande, non abbiamo potuto soddisfare tutte le richieste dei test drive, tanto che ne faremo 3mila nei prossimi giorni. Nelle concessionarie si sono presentati molti possessori di auto tedesche dei marchi premium.

Fonte: Askanews