Fermo amministrativo auto 2017: aggiornamento

Fermo amministrativo auto 2017: aggiornamento

Fermo amministrativo auto 2017: aggiornamento

Fermo amministrativo auto, tutto quello che c’è da sapere: cos’è, come funziona e cosa fare nel caso fermino la vostra vettura

chiudi


Il Fermo Amministrativo è una pratica messa in atto da una serie di Enti impositori, come Agenzia delle Entrate, Regioni, Inps oppure Comuni, su contributori morosi circa il mancato pagamento di bollo auto, Inps, Ici e sanzioni del Codice della Strada. Il mancato pagamento di una cartella esattoriale entro 60 giorni dalla ricezione comporta la registrazione del soggetto nel Tra del fermo amministrativo della vettura o della moto.

Fermo amministrativo: come funziona

Come funziona il Fermo Amministrativo? La procedura è la stessa e ha per soggetto Equitalia a cui spetta riscuotere multe o pagamenti non ricevuti notificati con una cartella esattoriale. La ricezione della cartella, infatti, rappresenta il primo step del processo di fermo amministrativo. Una volta ricevuta la cartella esattoriale il soggetto debitore ha 60 giorni di tempo per adempiere al mancato pagamento prima che il suo nome venga inserito nel Pra del fermo amministrativo. Prima di procedere all’iscrizione nel Pre il debitore riceva una notifica di preavviso di fermo amministrativo anticipato solitamente da un sollecito di pagamento per debiti al di sotto dei 2000 euro. La prassi è comunque di ricevere due preavvisi prima dell’iscrizione del debitore nel registra Pra fermo amministrativo. In assenza di uno dei due preavvisi il fermo amministrativo è illegittimo. Per avviare un fermo amministrativo il debitore dovrà presentare un credito superiore ai 50 euro.

Fermo amministrativo in base al credito

In caso di debito tra i 50 e 500 euro verrà emessa una cartella esattoriale ed inviato un sollecito di pagamento a cui seguirà il preavviso di fermo circa un veicolo. Se il debito è tra i 500 e 2000 euro non ci sarà alcun sollecito di pagamento, ma solo un preavviso di fermo amministrativo di un veicolo. In caso di debiti tra i 2000 e 10000 euro la procedura è identica con un fermo amministrativo di massimo 10 vetture. Nel 2013 il governo italiano è intervenuto con l’introduzione di una norma che esclude l’iscrizione di ipoteche sulle abitazioni da parte di Equitalia in caso di debiti al di sotto della soglia di 120 mila euro.

Importante

Importante: per essere considerato valido il fermo amministrato deve essere anticipato da un preavviso contenente: la natura del debito, numero cartella esattoriale, prova notifica cartella, importo dovuto e anno di riferimento. Una volta ricevuto il preavviso il debitore ha 20 giorni di tempo per effettuare il pagamento e regolarizzare la sua posizione.