Ferrari 335 S 1957: 32 milioni di euro per averla

Ferrari 335 S 1957: 32 milioni di euro per averla

Ferrari 335 S 1957: 32 milioni di euro per averla

La Ferrari 335 S carrozzata Scaglietti sbanca l’asta di Artcurial tenutasi a Parigi nel contesto di Retromobile. È stata aggiudicata a 32.075.200 euro

chiudi


Esemplari di incredibile interesse e valore

Retromobile a Parigi (guarda il reportage fotografico) non è soltanto il più celebre salone internazionale del collezionismo d’élite, ma anche la sede di una delle più esclusive aste del settore. Organizzata da Artcurial, riesce ogni anno a stupire il selezionatissimo Parterre de rois proponendo pezzi di incredibile interesse e valore. Anche quest’anno non si è smentita, all’incanto c’era la Ferrari 335 S telaio 0674, del 1957, carrozzeria Scaglietti, gioiello della prestigiosa collezione dell’industriale francese Pierre Bardinon, uno dei più noti collezionisti mondiali di Ferrari, deceduto nel 2012.

Una storia di straordinari successi

La Ferrari 335 S #0674 ha un palmares invidiabile e una storia straordinaria. Uscita dalle officine Ferrari a inizio 1957, con carrozzeria Scaglietti e motore V12 3.8 Tipo 140 (315), debuttò alla 12 ore di Sebring, dove si aggiudicò il 6° posto con Peter Collins-Maurice Trintignant. Montato il V12 maggiorato a 4 litri (335) da 400 CV e oltre 300 km/h, fu condotta da Wolfgang von Trips al secondo posto dietro a Taruffi nella tragica Mille Miglia che costò la vita ad Alfonso de Portago e a un gruppo di spettatori. Nella 24 ore di Le Mans fu affidata a Mike Hawthorn/Luigi Musso. In gara fu costretta al ritiro, non prima però che Hawthorn facesse segnare il giro più veloce a 203,015 km/h di media. Fu la prima volta che nella gara francese si infranse quello che era considerato l’invalicabile muro dei 200 km/h. Nel gennaio 1958 la Ferrari 335 S fu venduta a Luigi Chinetti e partì per gli Stati Uniti. Fece ancora a tempo a vincere il GP di Cuba con Masten Gregory/Stirling Moss, prima di essere ceduta a un architetto della Pennsylvania. Tornò dagli USA in Europa nel 1970 finendo nella collezione di Bardinon.

La Rossa più costosa di sempre

Persino l’impassibile banditore Hervé Poulain, ha avuto “un fremito” quando, dopo 20 minuti di giochi al rialzo, il valore è schizzato dalla già impressionante cifra di 28 milioni a 32 milioni! La valutazione più alta di sempre per una Rossa. La Ferrari 335 S Scaglietti batte infatti un altro mito, la Ferrari 250 GTO del 1962, aggiudicata nel 2014 a Pebble Beach in California a 38 milioni di dollari, ovvero, all’epoca, 28,9 milioni di euro. Il nome dell’acquirente non è stato svelato. Matthieu Lamoure, direttore della divisione auto storiche della Casa d’aste, ha solo confermato che la Ferrari 335 S lascerà presto la Francia per gli Stati Uniti.