Ferrari 488 GTB Spider: la sorella en plein air

Ferrari 488 GTB Spider: la sorella en plein air

La Ferrari 488 GTB Spider sarà presentata ufficialmente allo IAA a settembre, ma in Ferrari hanno deciso, in una sera di mezza estate, di diffondere le prime foto. Il web è andato in fibrillazione.

La Ferrari 488 GTB Spider sarà senza ombra di dubbio una delle principali attrazione del prossimo IAA che aprirà i battenti a Francoforte il 17 settembre. In tale occasione sarà presentata ufficialmente. A Maranello hanno pensato di scaldare l’attesa diffondendo le prime foto che hanno mandato letteralmente in fibrillazione il web.

Bellissima e affascinante, in una elegantissima livrea Blu Corsa, la Ferrari 488 GTB Spider appare plasmata dal vento. Per prima al mondo la Casa di Maranello ha introdotto un tetto rigido ripiegabile. Questo garantisce minor peso (-25 kg) e maggior comfort acustico e climatico rispetto alle tradizionali coperture in tela delle dirette concorrenti.

Il tetto, che si ripiega in due parti che vengono alloggiate sopra il motore con conseguente notevole risparmio di ingombro. Si muove come in una “danza” in grande armonia. Occorrono solo 14 secondi per abbassarlo o alzarlo completamente.

Sotto il cofano pulsa il V8 Turbo da 3902 cm3 della 488 GTB che, grazie ai suoi ai 670 CV con una coppia massima di 760 Nm a 3000 giri, è in grado di fornire prestazioni straordinarie. La Ferrari 488 GTB Spider passa da 0 a 100 km/h in 3 secondi e da 0 a 200 km/h in 8,7 secondi.

Il suono è unico e distintivo, merito dei collettori di elevata lunghezza e uguali dimensioni e dell’albero piatto, che hanno consentito un accurato studio delle armoniche e delle tonalità per ogni numero di giri. Un sound coinvolgente che cresce per volume e brillantezza con correlazione diretta tra comando acceleratore e regime, sottolineando le performance.

Per ottenere un carico ottimale riducendo nel contempo la resistenza, sono stati adottati dispositivi innovativi, come lo spoiler soffiato e il fondo aerodinamico con generatori di vortici. Il lunotto posteriore in vetro è regolabile elettricamente in tre posizioni, per il massimo comfort in abitacolo nell’impiego en plein air. Abbassando il wind stop completamente è possibile godersi la musica del motore anche a tetto chiuso, qualunque siano le condizioni di guida.

Progettato intorno al concept del tetto rigido ripiegabile, la Ferrari 488 Spider ha uno space frame composto da undici diverse leghe di alluminio combinate con altri materiali nobili, come ad esempio il magnesio, ciascuna utilizzata in modo specifico. I valori di rigidità torsionale e flessionale sono uguali a quello della versione coupé, migliorando del 23% le prestazioni del telaio precedente. Un risultato eccezionale, considerato che il tetto è elemento strutturale, ottenuto dal polo Scaglietti, centro di eccellenza per la lavorazione dell’alluminio.

I tratti scultorei della carrozzeria sono sottolineati dalle pinne disegnate per ottimizzare il flusso d’aria verso il cofano motore, le nervature sul cofano e le prese d’aria motore con griglie “tridimensionali”. La Ferrari 488 Spider, già in foto, appare un nuovo capolavoro da iscrivere al Centro Stile Ferrari sotto la guida di Flavio Manzoni.

Vai alla scheda tecnica

Non dimenticarti di guardare sopra il video, parte dopo la pubblictà

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica