Ferrari: è Marchionne il nuovo ad del Cavallino

Ferrari: è Marchionne il nuovo ad del Cavallino

Ferrari: è Marchionne il nuovo ad del Cavallino

Attraverso un comunicato ufficiale, Ferrari rende noto che Sergio Marchionne è il nuovo amministratore della società. Amedeo Felisa lascia dopo 26 anni

chiudi


La notizia è stata affidata a un asettico comunicato della FerrariSergio Marchionne è ufficialmente alla guida del Cavallino. Il cda della Ferrari lo ha infatti nominato amministratore delegato in sostituzione di Amedeo Felisa che lascia la società dopo 26 anni. Il cambiamento alla guida della Ferrari è con effetto immediato, precisa il comunicato della società. Marchionne dunque assumerà le relative responsabilità e manterrà il suo attuale ruolo di presidente della società. Felisa, invece, continuerà a far parte del consiglio di amministrazione di Ferrari con l’incarico specifico di consigliere tecnico della società.

Così Marchionne a commento della notizia: Conosco Amedeo da più di un decennio e ho avuto l’opportunità di lavorare a stretto contatto con lui negli ultimi due anni. E’ senza alcun dubbio uno dei migliori ingegneri automobilistici nel mondo. Nel corso degli ultimi 26 anni ha lavorato instancabilmente alla guida dello sviluppo tecnico della Ferrari, producendo una serie di autovetture che hanno fissato gli standard sia per prestazione che per stile.

Il cda – conclude il comunicato del Cavallino – vuole esprimere ufficialmente la sua gratitudine ad Amedeo per il suo contributo ed è lieto di poter contare per il futuro sul suo contributo quale consigliere tecnico del top management.

Marchionne e un po’ di conti

Il cda della Ferrari ha poi approvato i conti del primo trimestre che mostrano numeri record. La casa di Maranello archivia i primi tre mesi dell’anno con un utile netto a 78 milioni di euro, con una progressione del 19% sullo stesso periodo del 2015 a fronte di ricavi a 675 milioni con un incremento dell’8,8%. Nel trimestre Ferrari ha consegnato 1.882 vetture pari a una crescita del 15% sull’anno scorso. In decisa accelerazione la redditività operativa con l’Ebit che supera i 120 milioni con un aumento del 26%. E con questi numeri Ferrari si avvia verso un nuovo anno di record.

Fonte: Askanews