Ferrari SF16 H: primi test a pieni voti

Ferrari SF16 H: primi test a pieni voti

Ferrari SF16 H: primi test a pieni voti

La Ferrari SF16 H convince nei test invernali spagnoli. Vettel e Raikkonen fanno segnare dei gran temponi, ma in Mercedes spunta un nuovo muso

chiudi


Ferrari promossa a pieni voti

La Ferrari SF16 H viene promossa a pieni voti ai test invernali di Montmelò. Sebastian Vettel segna il miglior tempo in 1.22.810 con le Ultrasoft ponendosi in vetta alla classifica delle prove. Nella seconda parte, terminato l’impegno di Seb, è invece Kimi Raikkonen a girare in 1’23″477, con gomme ultra-soft, precedendo il danese della Renault Kevin Magnussen (1’25″263) e l’olandese della Toro Rosso Max Verstappen (1’25″393). Quarto tempo per il russo della Red Bull Daniil Kvyat (1’25″900) che si è piazzato davanti al brasiliano della Sauber Felipe Nasr (1’26″053) e all’inglese della Mercedes Lewis Hamilton (1’26″295).

Un musetto da “squalo” per Mercedes

Tuttavia, come aveva fatto in precedenza il compagno di squadra Rosberg, anche il campione del mondo ha inanellato un incredibile numero di giri, ben 98, più di qualsiasi altro pilota. Fare chilometri e stressare al massimo la Freccia d’Argento è sembrata la missione principale del team della Stella nel corso dell’intero ciclo di prove. A sorpresa però, quasi a voler rispondere a quanti avevano sottolineato come, quantomeno nell’aspetto, la W07 non fosse cambiata più di tanto rispetto alla versione precedente, ecco spuntare un nuovo musetto soprannominato “Bruce”, come lo squalo di Nemo. Lo si è visto sulla monoposto di Hamilton. Tanto è bastato per mandare in fibrillazione il Circus. A rincarare la dose ci ha pensato il capo tecnico di Mercedes Paddy Lowe che ha promesso di “svelare” di giorno in giorno nuove parti da qui all’inizio del Mondiale a Melbourne in Australia il 20 marzo.

Le monoposto torneranno sul circuito catalano dall’1 al 4 marzo, vedremo allora se le Rosse sapranno nuovamente stare davanti alle Frecce d’Argento.