Fiat-Google: ecco come è andata a finire (per ora)

Fiat-Google: ecco come è andata a finire (per ora)

Fiat-Google: ecco come è andata a finire (per ora)

Dopo l’attesissimo incontro, Sergio Marchionne torna sull’accordo Fiat-Google: La partnership è limitata, poi vedremo

chiudi

Caricamento Player...

Fiat-Google: è fatta, ma con qualche riserva. La torinese e il colosso della Silicon Valley hanno siglato un accordo per il progetto dell’auto che si guida da sola. Un bel colpo per Marchionne e soci, da fare un salto sulla sedia, ma c’è un ma. Lo scrive il Detroit Free Press citando proprio l’amministratore delegato di Fca, secondo cui L’obiettivo di questa prima fase della nostra collaborazione è molto mirato. È pensato per portare la tecnologia Google nel minivan, il nuovo Chrysler Pacifica in versione ibrida di cui 100 esemplari saranno usati dalla controllata di Alphabet per fare test. È un obiettivo molto chiaro, con una tempistica molto chiara. Cosa si sviluppa da qui? Vedremo ha concluso, senza aggiungere maggiori dettagli, il Ceo.

Matrimonio Fiat-Google e la fede Pacifica

L’alleanza stretta tra i vertici delle due aziende si basa quindi sul nuovo Chrysler Pacifica, che già vi avevamo presentato, mettendo in luce le doti tecnologiche e l’efficenza sul piano ambientale.

La Chrysler Pacifica Hybrid è un minivan caratterizzato dal grande lunotto posteriore. Lo spazio dell’abitacolo è davvero abbondante – 8 i passeggeri che possono salirvi – e vi si accede con comodità attraverso le porte scorrevoli. Con tanti centimetri a disposizione, i sedili del modello originale sono multifunzione: da vedere quanti ne rimarranno a disposizione sulla variante “automatica”. La piattaforma è inedita e prevede sospensioni posteriori a ruote indipendenti e servosterzo elettrico. Il tetto panoramico rende l’abitacolo estremamente luminoso

Come vi accennavamo, il fiore all’occhiello è la propulsione ibrida plug-in, sviluppata da FCA nel modernissimo centro di ricerche di Auburn Hills. È costituita da possente Pentastar V6 di 3,6 litri a benzina, in grado di erogare una potenza massima di 287 cavalli e due unità elettriche. In modalità esclusivamente elettrica il raggio d’azione è di 30 miglia. Le batterie al litio da 16 kWh sono collocate sotto la seconda fila dei sedili e si possono ricaricare in due ore.