Ford pronta a dire addio al mercato giapponese?

Ford pronta a dire addio al mercato giapponese?

Ford pronta a dire addio al mercato giapponese?

Ford lascia il mercato giapponese e quello indonesiano? Pare infatti che i margini di vendita siano troppo bassi e David Schoch corre ai ripari

chiudi


Ford Motor Company è pronta a dire addio al mercato giapponese, dove vende sia veicoli a marchio Ford che a marchio Lincoln? Sembrerebbe che la risposta sia sì, stando a quello che riporta un articolo del The Detroit Bureau. La testata riporta infatti che alcuni dipendenti avrebbero ricevuto una notifica della decisione da una mail spedita da David Schoch, Ford president per la Asia Pacific region. E non solo l’estremo oriente: pare che Ford Motor Company abbia tutte le intenzioni di abbandonare anche la piazza indonesiana.

Attualmente Ford vende in Giappome sei modelli: Fiesta, Focus, Mustang, EcoSport (crossover semicompatto), Kuga (Escape) e Explorer. Lincoln, da parte sua, offre invece la MKX e la Navigator.

Sempre quelli del The Detroit Bureau riportano che 52 rivenditori della compagnia hanno piazzato circa 5mila vetture nella terra del Sol Levante nello scorso anno, dove Ford opera dal 1974. La mail di Schoch citerebbe il fatto che non esistono più «ragionevoli margini di guadagno» come la principale motivazione che ha spinto la compagnia a gettare definitivamente la spugna sul suolo nipponico e indonesiano.

Costruttori stranieri, più in generale, non hanno mai avuto vita facile nel penetrare all’interno del difficile mercato giapponese. Negli anni recenti, prima della Casa americana era toccata la stessa sorte, per esempio, a Hyundai. Ford pare avere comunque intenzione di mantenere la sua partecipazione di minoranza all’interno di Mazda, anche se da tempo, ormai, non esercirà più alcuna significativa influenza sulle strategie di sviluppo del brand; tanto meno le due case condividono sforzi e piani di sviluppo per il futuro.