Formula 1: il GP del Brasile e la classifica aggiornata piloti e costruttori

Formula 1: il GP del Brasile e la classifica aggiornata piloti e costruttori

Formula 1: il GP del Brasile e la classifica aggiornata piloti e costruttori

chiudi

Formula 1: la grande assente della stagione rimane comunque la Ferrari

Il campionato mondiale di Formula 1 dopo aver lasciato l’Europa e fatto tappa in Asia con tre gran premi tra cui Singapore e Suzuka, si è trasferito in America, dove Austin, per il Circuito delle Americhe, Città del Messico, per il Messico e San Paolo per il Brasile, rappresentano la fase finale di questo agguerrito mondiale. La 21esima tappa, quella finale, vedrà i piloti rivaleggiare per il Gran Premio di Abu Dhabi, giunto ormai alla sua settima edizione, che si terrà il prossimo 27 novembre alle ore 17, mentre qui da noi saranno le 13. Per quanto riguarda le diverse scuderie, la classifica costruttori vede in testa la Mercedes, con Hamilton e Rosberg che stanno conducendo senza alcun dubbio un grande mondiale, per un totale di 679 punti. Con un distacco notevole di oltre 250 punti, Red Bull che con l’australiano Ricciardo aveva ottenuto ottimi risultati specialmente a metà del mondiale. Certo il team austriaco paga sicuramente il ritiro di Daniil Kvjat, il pilota russo che dopo sole 3 gare è stato sostituito da Max Verstappen, pilota belga con cittadinanza olandese che finora ha ben figurato in questa stagione di automobilismo.

La grande assente della stagione rimane comunque la Ferrari, che con piloti Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, ha racimolato 356 punti. I due piloti sono abbastanza vicini, rispettivamente a 187 e 178 punti. Vale la pena citare anche le prestazioni, sempre in ottica di classifica costruttori della Force India-Mercedes, che di misura ha finora strappato il quarto posto alla Williams-Mercedes e alla McLaren-Honda. Si tratta di una classica che anche per il 2016 conferma quelle che sono le tendenze sia per quanto riguarda i piloti che i costruttori in ottica di Formula 1. Prove strepitose per Hamilton e Rosberg, il cui testa a testa sta facendo per questa edizione la fortuna della Mercedes, che è senza ombra di dubbio l’assoluta protagonista di questa edizione. Per quanto riguarda la Ferrari, c’è molto da lavorare sia per quanto riguarda la scuderia di Maranello sia in ottica di piloti. Qualcosa dovrebbe già cambiare a fine anno, almeno restando alle parole di Marchionne di pochi giorni fa. Nonostante una stagione deludente e da dimenticare le azione e le quotazioni della Rossa di Maranello sono con il vento in poppa. Questo è sicuramente un buon segnale, sotto alcuni punti di vista. Restando però in ottica sportiva, bisogna fare i conti con lo strapotere della Mercedes e dei suoi piloti, da una parte, mentre dall’altra è giusto dire che la stagione della Red Bull è stata una grande riconferma in ottica di scuderia e di classifica costruttori. Ed è anche questo quello che rende stimolante e ancora interessante questa stagione, specie sotto il profilo delle scommesse sull’automobilismo con William Hill con Hamilton e Rosberg vicini anche in ottica di quote, e che staccano di qualche cifra Max Verstappen, che in ottica di scommesse salirà comunque sul podio, se le previsioni saranno corrette. Lo tallona però Daniel Ricciardo, quotato a 13 mentre Verstappen è dato a 12.00 come possibile vincente del Gran Premio del Brasile.