Goodwood Festival of Speed. Tutto un’altro stile

Goodwood Festival of Speed. Tutto un’altro stile

Goodwood Festival of Speed. Tutto un’altro stile

Il Goodwood Festival of Speed, con i suoi oltre 200.000 visitatori dimostra la validità di una formula che esalta e fa vivere la passione

chiudi

Caricamento Player...

Il Goodwood Festival off Speed che, come tradizione, si è svolto nella tenuta di Charles Gordon-Lennox, conte di March e Kinrara, ancora una volta ha richiamato un pubblico strabocchevole per una manifestazione che da un lato rievoca le corse degli anni Cinquanta e dall’altra è passerella delle più prestigiose supercar e vetture ad alte prestazione di oggi e di domani.

Di tutto e di più in nome della passione

Formula1, Indy, Group C, Le Mans… 500 vetture in gara, mostre, concorsi di eleganza…, il Goodwood Festival off Speed è uno dei più grandi eventi di cultura automobilistica del mondo. Ogni giorno è visitato da oltre 200mila persone. Si respira un’atmosfera di corse d’altri tempi. Si torna a vivere quella passione tra spettatori e partecipanti che si è diluita nel corso del tempo tra circuiti certamente oltremodo più sicuri di un tempo, ma spesso invivibili per il pubblico costretto ad assistere allo spettacolo in “recinti” più o meno dorati, dove paddock e box blindati impediscono ogni contatto con i proprio eroi. In un simile contesto persino le gare di Formula 1 attirano sempre meno gente. Chi non è proprio uno sfegatato, preferisce godersele comodamente seduto in poltrona, magari con gli amici, davanti al maxischermo di casa sfruttando le possibilità offerte dalle moderne tecnologie per non perdersi ogni attimo e dettaglio della gara, piuttosto che in piedi attraverso le maglie di una rete o scomodamente seduto in tribuna vedendo solo una “fetta” della pista e le monoposto con il “binocolo”.

Lo stile British d’altri tempi

A Goodwood niente di tutto questo. La gente passeggia per il paddock, incontra piloti di ieri e di oggi, guarda corse ed esibizioni dietro barriere di… paglia a pochi passi dalla pista. Anche se i livelli di sicurezza sono più che elevati, non sono asfissianti come in altre manifestazioni. Qui il visitatore può vivere a pieno la propria passione. Oltre alle vetture storiche, sono presenti anche monoposto di Formula 1 moderne. L’evento è l’occasione per riunire personaggi famosi collegati al Motorsport. Dal 2000, i maggiori costruttori di auto sportive approfittano dell’evento per mostrare al pubblico gli ultimi modelli prodotti. La prima edizione è stata organizzata nel 1993. La cronoscalata prevede 9 giri su un circuito lungo 1,86 km.