GP Stati Uniti qualifiche. Le Mercedes volano, Ferrari in affanno

GP Stati Uniti qualifiche. Le Mercedes volano, Ferrari in affanno

GP Stati Uniti qualifiche. Le Mercedes volano, Ferrari in affanno

chiudi

GP Stati Uniti qualifiche. Hamilton polverizza il record della pista ed è pole davanti a Rosberg. Seconda fila Red Bull e terza Ferrari

GP Stati Uniti qualifiche. Lewis Hamilton, con un ultimo giro capolavoro, straccia il record della pista e con 1:34.999 si aggiudica la pole davanti a Nico Rosberg (+0.216) che tuttavia, forte dei 33 punti di vantaggio in classifica mondiale, può permettersi di gestire la gara ed evitare, se necessario, di rischiare più del dovuto per arrivare davanti a Lewis sul gradino più alto del podio.

Scintille in Casa Red Bull

Seconda fila e terzo tempo per Daniel Ricciardo (+0510) che batte sul filo dei millesimi il compagno di squadra Max Verstappen (+0718). Una seconda fila quindi tutta Red Bull che promette scintille sin dal via, con il giovane Leone delle Fiandre che non ci sta al ruolo di “scudiero”. Di questo potrebbero approfittare Kimi Raikkonen (+1.1132) e Sebastian Vettel (+1.359) ancora una volta in terza fila e con la prospettiva di una gara tutta in salita.

Prova d’orgoglio per Ferrari

Nel GP Stati Uniti qualifiche le Ferrari, con oltre un secondo di distacco, non sono mai state in lotta per la seconda fila, ma in gara l’estro di Seb e Kimi e le strategie del muretto potrebbero colmare il divario. Se lo augurano in tanti. Solo una vittoria o quantomeno una battaglia onorevole sarebbe in grado di rasserenare gli animi che a Maranello si stanno facendo sempre più cupi.