Jeep Wrangler 2018, ecco le caratteristiche e scheda tecnica

844

Infinita disponibilità, per quanto riguarda colorazione, struttura, funzioni e un nuovo sistema tecnologico che la pone al passo coi tempi. Sono queste le caratteristiche principali della nuova Jeep Wrangler, la cui uscita è prevista per settembre 2018. Il punto della questione è sempre lo stesso: nonostante i tempi si evolvano e stare al passo con questi ultimi è più che obbligatorio, rimanere al passo coi tempi è il massimo a cui una casa automobilistica può aspirare. Ed è per questo motivo che la nuova Jeep Wrangler si presenta come l’evoluzione dell’ormai leggendaria abilità off-road che contraddistingue il marchio Jeep.

Le numerose varianti della Jeep Wrangler 2018

La nuova Jeep Wrangler non è per tutti? Nessun problema, può diventarlo in qualsiasi momento. Questo perchè le numerose varianti della nuova auto fanno sì che possa risultare appetibile, al prezzo di circa 42mila euro, per ogni conducente. Non soltanto le diverse colorazioni (nera, grigia, rossa e addirittura color mojito, solo per citarne qualcuna) ma anche l’attenzione ai diversi particolari strutturali che fanno sì che l’automobile possa adattarsi ad ogni tipo di esigenza.

La Jeep Wrangler è disponibile con una carrozzeria a tre o a cinque porte, con un tetto disponibile sia rigido che in tela (e, qualora non lo si volesse, rimuovibile eliminando i pannelli presenti sulle poltrone). Ma soprattutto, saranno tre le versioni principali della stessa automobile: Sport, Sahara e Rubicon. In tutti e tre i casi, i nomi stessi della vettura non potrebbero essere più parlanti.

La Sport è pensata per coloro che vogliono avventurarsi per lunghi e tortuosi percorsi, ma che allo stesso tempo vogliono stare lontano dai rischi. La cura dei dettagli maggiori e l’utilizzo di materiali diversi fanno, invece, della Sahara una Jeep in grado di essere utilizzata non soltanto in percorsi urbani. L’attenzione all’innovazione e al processo tecnologico fanno sì che la Jeep Wrangler Sahara possa adattarsi a qualsiasi tipo di percorso, con un look iconico che certamente non fa storcere il naso.

Infine la Rubicon, il simbolo dell’innovazione Jeep in grado di conciliare presente e futuro, origine e avanguardia. L’auto perfetta per chi vuole sentirsi spericolato o semplicemente fuori dalle righe: oggi esperienza al limite è possibile grazie a pneumatici da 32″ M/S, un rapporto di riduzione di 77,2:1 e interruttori di facile accesso per innestare le funzionalità 4×4.

L’attenzione per la sicurezza del conducente

Stiamo pur sempre parlando di una Jeep e se la casa di produzione statunitense assicura esperienze al limite o fuori da quella che è la normalità dei contesti urbani, deve pur farlo con un criterio di fondo. L’attenzione per la sicurezza del conducente risulta quindi essere migliore e fortemente rinnovata, grazie alle numerose migliorie che limitano quanto più possibile i rischi alla guida.

Il rinnovato design dell’auto, infatti, non solo offre preziose migliorie per gli occhi, ma anche la sicurezza di chi guida che – senza troppe pretese – può davvero toccare il 100%. E’ grazie ai numerosi sistemi che assicurano la guida sicura, come  il sistema ParkSense® Front e Rear Park Assist, Blind Spot Monitoring e Rear Cross Path Detection.

Jeep Wrangler tra sguardo al futuro e ritorno alle origini

Se la fedeltà alle origini è assicurata attraverso i tre modelli della Jeep Wranger, è l’innovazione tecnologica un vero e proprio cardine della casa di produzione statunitense. L’attenzione per il futuro non è più un segreto per la Jeep, che mira a un nuovo design e ad un nuovo tipo di utilizzo.

I materiali sono di alta qualità, la capacità di carico aumenta considerevolmente e la guida è sempre meno rumorosa. E a tutto ciò vanno aggiunti i dettagli tecnici di grande prestigio e precisione, che identificano nel miglior modo possibile l’auto in uscita a settembre. E non manca anche il dettaglio nostalgico per i più attenti: nonostante le finiture e gli allestimenti certamente futuristici, l’ispirazione allo storico marchio Jeep non poteva certamente mancare.