La Cina ha reso omaggio con regali di lusso e bevande alcoliche sotto sanzione alla Corea del Nord

144

Il leader nordcoreano Kim Jong Un è tornato dal suo viaggio in Cina, un uomo più ricco di quanto non fosse già, dato che il presidente Xi Jinping ha elargito doni sontuosi a lui e alla moglie Ri Sol Ju, in apparente violazione delle sanzioni ONU. L’incontro ha segnato il primo viaggio all’estero di Kim da quando ha preso il potere in Corea del Nord, e mentre la visita di due giorni in Cina è stata etichettata come “non ufficiale”, la coppia è stata accolta con un grande tappeto rosso e un ricco banchetto .

“Alla fine dei colloqui Xi Jinping e sua moglie Peng Liyuan hanno presentato a Kim Jong Un regali che hanno preparato con sincerità”, ha detto un rapporto dei media nordcoreano sul viaggio.

E mentre la trasmissione cinese della visita non includeva riferimenti ai regali, una trasmissione televisiva nordcoreana passò un minuto intero a mostrare l’ammirazione di Kim per i vari articoli.

La trasmissione di 40 minuti trasmessa la scorsa settimana sull’unico canale televisivo KCTV della Corea del Nord ha mostrato a Xi di presentare Kim con un enorme vaso prima di passarlo attraverso gli altri regali, disposti su un tavolo per lui e Ri per ammirarlo. Tra questi c’erano due set da tavola in porcellana, varie sete, set di gioielli e almeno sei bottiglie di liquore Moutai del distillatore più prezioso del mondo.

A molti di questi articoli è vietato sbarcare nelle mani della Corea del Nord nell’ambito della  risoluzione 1718 approvata all’unanimità dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il 14 ottobre 2006, in cui si afferma che “tutti gli Stati membri impediscono l’approvvigionamento, la vendita o il trasferimento diretto o indiretto” in Corea del Nord di vari oggetti, inclusi beni di lusso.