LaFerrari Hypercar of the Year in Medio Oriente

LaFerrari Hypercar of the Year in Medio Oriente

LaFerrari Hypercar of the Year in Medio Oriente

LaFerrari Hypercar of the Year nel corso degli ArabWheels Awards che si sono svolti a Dubai, Emirati Arabi Uniti. Un nuovo prestigioso riconoscimento.

chiudi


LaFerrari è stata premiata come Hypercar of the Year anche in Medio Oriente nel corso degli ArabWheels Awards che si sono tenuti a Dubai, Emirati Arabi Uniti. Un mercato particolarmente ricco ed ambito per i costruttori di supercar di tutto il mondo che qui annoverano alcuni dei migliori clienti per i loro modelli top di gamma e le versioni esclusive one-off o in tiratura limitata.

LaFerrari sin dalla presentazione al Salone di Ginevra 2013, ha suscitato un enorme interesse tra gli appassionati e grandi collezionisti medio orientali che sono stati tra i primi a mettersi in “lista d’attesa” per possedere uno dei 499 esemplari per cui, al momento della presentazione erano già stati ricevuti più del doppio delle richieste. Il suo incredibile fascino è rimasto immutato nonostante l’entrata in campo di agguerrite concorrenti che hanno cercato di eguagliarne le straordinarie prestazioni.

LaFerrari Hypercar lo è davvero in ogni fibra, innumerevoli le sue esclusive tecniche. Per la prima volta una vettura stradale della Casa di Maranello è dotata di controlli di dinamica integrati con l’aerodinamica attiva e con il sistema HY-KERS. Grazie alle logiche proprietarie di Ferrari che sovrintendono tutti i sistemi, la vettura esprime il limite più elevato senza accettare compromessi che avrebbero potuto penalizzare una delle componenti (performance, aerodinamica, dinamica, architettura, ecc.).

LaFerrari è la prima ibrida nella storia della Casa di Maranello con l’innovativo sistema HY-KERS. Il motopropulsore termico è l’apice della ricerca motoristica, un V12 di 6262 cm3 da 800 CV e 9250 giri al minuto massimi, un record per un motore di questa cilindrata, con un rapporto di compressione di 13.5:1 e una potenza specifica di 128 CV/l. A questo è accoppiato un motore elettrico da 120 Kw, per una potenza totale di 963 CV.

Il telaio utilizza gli stessi quattro tipi diversi di compositi impiegati in Formula 1, seguendo identiche metodologie di progettazione ed è realizzato nelle stesse aree produttive. Il motore elettrico è montato in coda al cambio F1 doppia frizione, così da contribuire all’ottimale distribuzione dei pesi.

L’aerodinamica svolge un ruolo fondamentale, consentendo una completa variazione della configurazione per il raggiungimento delle prestazioni straordinarie. LaFerrari schizza da 0–100 km/h in meno di 3 secondi e raggiunge i 200 Km/h in meno di 7 secondi, tempo sul giro a Fiorano inferiore all’1’20”, velocità di punta di oltre 350 km/h.

LaFerrari non è soltanto una fantastica Hypercar sul piano prestazionale, ma ha anche una linea mozzafiato. I designer del Centro Stile Ferrari, guidati da Flavio Manzoni, hanno lavorato in stretto contatto con gli ingegneri in modo da enfatizzare il legame tra forma e funzione. Il risultato è una vettura dallo stile estremo e avveniristico, ma che tuttavia mantiene un forte legame con la tradizione del Marchio e i capolavori che ha saputo esprimere nel corso della sua lunga storia.

Spicca il profilo, con il muso fendente e un cofano anteriore molto basso che mette in risalto i parafanghi muscolosi, chiaro richiamo alle forme plastiche e prorompenti delle Ferrari Sport Prototipo della fine degli anni Sessanta che oggi dominano nei concorsi d’eleganza e spiccano le più alte valutazioni alle aste internazionali.

Del resto LaFerrari da collezione lo è già ora. Tutti i 499 esemplari previsti hanno trovato un proprietario e le sue quotazioni, ammesso di trovare qualcuno disposto a separarsene, sono in costante ascesa.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica