Le auto a guida autonoma dovrebbero guadagnare la fiducia delle persone con una buona comunicazione

1073

Le auto autonome possono essere in grado di girare da sole, ma devono comunque essere in grado di comunicare le loro intenzioni ad altre persone sulla strada. Quando non c’è un guidatore in macchina, un passaggio pedonale di fronte non ha nessuno con cui connettersi in un modo rassicurante.

Una società chiamata Drive.ai sta lavorando per risolvere questo problema. I suoi furgoni autonomi Nissan, parte di un imminente servizio di robo-taxi a Frisco, in Texas, avranno segnali dinamici, uno sul fronte e sul retro, e uno su ciascun lato, in grado di visualizzare messaggi diversi, come “Aspetto che attraversi”.

Le auto oggi tendono ad avere persone che li guidano. “Stiamo portando fuori quell’uomo”, afferma Bijit Halder, vicepresidente del prodotto di Drive.ai. “Ma come sostituiamo la stessa connessione emotiva?”

I segnali sono un modo per affrontare il problema della mancanza di persone, e il design arancione e blu dell’auto è pensato per essere distintivo, in modo che si distinguano e siano facilmente riconoscibili agli altri conducenti e pedoni. Non sono decisamente eleganti.

“Non stavamo ottimizzando la bellezza”, dice Andrew Ng, un esperto di intelligenza artificiale e parte del consiglio di amministrazione di Drive.ai. Rispetto ad un’auto standard pilotata da un umano, un veicolo autonomo ha punti deboli e punti di forza.