101 storie sulla Citroen 2CV che non ti hanno mai raccontato: il libro che mancava sul mito

101 storie sulla Citroen 2CV che non ti hanno mai raccontato: il libro che mancava sul mito

101 storie sulla Citroen 2CV che non ti hanno mai raccontato: il libro che mancava sul mito

chiudi

Curato dal giornalista Vincenzo Borgomeo, è una chicca da non perdere. La Citroen 2CV e la sua storia come non le avete mai lette

Di libri se ne scrivono tantissimi. A volte paiono anche troppi. Di questo, tuttavia, si sentiva proprio la necessità, soprattutto se siete tra i cultori della mitica Citroen 2CV. Parliamo di un’opera presentata al Salone Auto e Moto d’Epoca di Padova il 20 ottobre scorso. A curarla, si legge in copertina, il giornalista Vincenzo Borgomeo: è 101 storie sulla Citroen 2CV che non ti hanno mai raccontato (Newton Compton editori).

La 2CV è anche poesia, un’auto nata – come scrive Michele Serra nella prefazione – dal genio trasandato dei francesi. Così a questa icona di Citroen è stata dedicata una raccolta di testimonianze di “big” dell’auto che nella sezione “io c’ero” raccontano il proprio rapporto con la 2CV. 101 storie sulla Citroeen 2CV che non ti hanno mai raccontato riporta quindi i contributi di note firme del giornalismo automobilistico italiano, tra cui Carlo Cavicchi, già direttore di Quattroruote, Massimo Ghenzer, analista del mondo dell’auto, Alfredo Albertini e Massimo Tiberi, giornalisti e storici dell’auto.

Citroen 2CV, la memoria è preziosa

Ma il libro, oltre a questo e ai 101 capitoli di aneddoti, raccoglie anche tante incredibili storie. Sono quelle selezionate da un contest per dare spazio e voce ai ricordi autentici, originali e affettuosi della 2cv.

L’obiettivo era quello di non disperdere i preziosi ricordi legati alla 2cv. Siamo molto soddisfatti dei numerosi racconti ricevuti dai fan di tutta Italia, che hanno coperto i cinque decenni di storia della mitica 2CV. La selezione dei dieci vincitori è stata molto difficile per la Giuri. Tutti i contributi ricevuti trasmettevano un grande amore per questa vettura e svelavano molto dell’epoca in cui il racconto erano ambientato. Parole e pensieri di Eugenio Franzetti, direttore comunicazione e relazioni esterne di Groupe PSA.