Manutenzione auto per le vacanze, cose da sapere

Manutenzione auto per le vacanze, cose da sapere

Manutenzione auto per le vacanze, cose da sapere

Manutenzione auto per le vacanze, partenze senza pensieri

chiudi

Caricamento Player...

Una corretta manutenzione auto per le vacanze vi aiuterà ad affrontare i lunghi viaggi verso la meta di villeggiatura con maggior serenità e meno preoccupazioni. Ci vuole poco e non si spende granché – meglio che rischiare di rimanere in panne in autostrada, per lo meno.

La soluzione più comoda: il meccanico di fiducia

Prima di partire per le vacanze la soluzione ideale sarebbe quella di portare l’auto presso la propria officina di fiducia per il cosiddetto “tagliandino”. Basta spiegare la situazione al meccanico il quale saprà già cosa fare e cosa controllare nel dettaglio. Potrebbe costarvi un po’ di più che facendo da soli, ma almeno sarete sicuri che non verrà trascurato nulla.

Quando

Non aspettate l’ultimo giorno a controllare tutto quanto: in caso di problemi, dovete avere tempo a sufficienza per intervenire e risolvere. Cercate di controllare tutto un mesetto prima di partire: potrete così risolvere tutto ciò che non va con la massima calma

Gomme e freni

Uno dei dettagli più trascurati è quello della corretta pressione degli pneumatici, che incide in modo sostanziale sulla capacità di frenata, sull’aderenza in situazioni al limite e perfino sul consumo di carburante. Il dettaglio è ancora più importante quando si va verso la bella stagione, con il grande caldo che favorisce la fuoriuscita di aria dalle gomme. Meglio farle gonfiare a puntino prima di partire (i valori ideali sono riportati sul montante della portiera del guidatore, ulteriori informazioni QUI). Lo stesso vale per i freni: controllate che le pastiglie non fischino e che i dischi non siano rigati, segnale di usura delle pastiglie.

Controlli obbligatori e documenti

Assicuratevi che la vostra patente non sia scaduta, specialmente se vi dirigete all’estero; controllate anche di avere a bordo il libretto, il tagliando dell’assicurazione (inclusa la carta verde per l’estero) e accertatevi che la revisione non sia scaduta – o che non stia per scadere.