Mazda RX Vision: affascinante supercar col rotore

Mazda RX Vision: affascinante supercar col rotore

Mazda RX Vision: affascinante supercar col rotore

La Mazda RX Vision, preannuncia la futura supercar della Casa nipponica. Rilancia la propulsione rotativa per anni simbolo stesso del brand

chiudi


Il motore rotativo Wankel è stato per anni sinonimo di Mazda, a partire dalla introduzione nel 1967 della Cosmo 110S. Mazda è stato l’unico produttore di automobili in grado di rendere questa tecnologia un grande successo sul mercato. Oggi decide di adottare il motore rotativo per il concept di un’affascinate super sportiva a due posti che sfrutta la tecnologia di prossima generazione SKYACTIV-R.

Uno stile unico ed esclusivo

Vista da vicino la Mazda RX Vision affascina per lo stile unico ed esclusivo in un settore, quello automobilistico, dove la ricerca di orginalità nel design è diventata merce rara. In Mazda lo definiscono stile Kodo. Come gli altri modelli che lo adottano la RX Vision riflette la luce in modo tale da trasmettere il senso del movimento anche quando la macchina è ferma. La forma cambia leggermente a seconda dell’angolo di visualizzazione, con una profonda finitura rossa che amplifica il contrasto tra luce e ombra. Abitacoli e frontale corti imprimo forza e potenza. La plasticità delle forme classiche, ma nel contempo modernissime, è palpabile. All’interno, lo stile è semplice ma efficiente, con un’ingegnosa combinazione di elementi realizzati a mano e rifiniti a macchina. L’elegante interno esprime la passione per la guida con un sobrio quadro strumenti e una console centrale. Gli interni contrastano con il calore della vera pelle dei rivestimenti e del cruscotto per uno stile moderno che ricorda la tradizione delle auto sportive Mazda.

Un motore rotativo tutto da scoprire

Del motore ufficialmente si sa poco. È stato scelto un propulsore rotativo perché è più piccolo e leggero rispetto ai tradizionali motori a pistoni. Inoltre, I rotativi sono dotati di una semplice struttura e un numero di parti mobili di gran lunga inferiore. Offrono prestazioni precise e lineari con curva di coppia omogenea e riduzione di vibrazioni e rumorosità. Da notare che generano la stessa potenza di motori a pistoni di cilindrata maggiore. La generazione precedente di motori rotativi Mazda offriva le specifiche più elevate nel settore, con potenze specifiche a livello delle più prestigiose supercar. La nuova unità dunque, celata sotto il cofano della Mazda RX Vision, dovrebbe mantere quanto promette l’aspetto. Non dimentichiamo che la RX Vision, presentata per la prima volta a Tokyo lo scorso ottobre è stata di recente nominata Concept car più bella dell’anno in occasione del Festival internazionale dell’automobile 2016 tenutosi a Parigi.