Mazda2 Skyactiv-D Exceed: la nostra pagella

Mazda2 Skyactiv-D Exceed: la nostra pagella

Mazda2 Skyactiv-D Exceed: la nostra pagella

La Mazda2 Skyactiv-D Exceed ha tutto per meritare l’appellativo di “piccola ammiraglia”. I lussi si pagano cari, ma ne vale la pena

chiudi

Caricamento Player...

Ci è piaciuto

L’allestimento raffinato e sofisticato in ogni dettaglio dove spiccano i super eleganti interni in pelle color crema e tessuto nero e la spettacolare livrea Soul Red, aggressiva e nel contempo elegante.

L’head-up display. Non si tratta, come si potrebbe pensare di un gadget, ma di un utile strumento per una guida sicura senza distrazioni. Validi anche i sistemi per il monitoraggio dell’angolo cieco e dell’abbandono involontario di carreggiata, nonché i fari full Led con abbaglianti adattivi. Tutti equipaggiamenti introvabili sulle altre vetture del segmento di riferimento.

Il comfort di bordo e di marcia favorito da sedili ampi, una posizione di guida ottimale, l’ottima insonorizzazione dell’abitacolo e le dotazioni da vettura di classe superiore.

Il motore, scattante e brioso che contribuisce alla piacevolezza della guida in città e sui percorsi misti, dove la Mazda2 Skyactiv-D Exceed risulta particolarmente agile e maneggevole. Notevole poi le sue performance in fatto di consumi che lo pongono al top del segmento.

Non ci è piaciuto

Lo spazio disponibile per i passeggeri posteriori. Tanto è ampio confortevole lo spazio a disposizione dei sedili anteriori, tanto è sacrificato quello dei posteriori. I più alti arrivano a sfiorare con la testa il cielo dell’abitacolo. Anche il volume del bagagliaio, 280 litri, è inferiore a quello della concorrenza. Negativo anche il gradino in corrispondenza della soglia di carico.

Peccato infine che non sia disponibile il cambio automatico Skyactiv-Drive che sottolineerebbe ulteriormente il carattere da “piccola ammiraglia” della Mazda2 Skyactiv-D Exceed.