Mercato auto, a maggio Fca segna in Europa +25,3%

Mercato auto, a maggio Fca segna in Europa +25,3%

Mercato auto, a maggio Fca segna in Europa +25,3%

È una crescita a doppia cifra per Fca che si posiziona come quarto costruttore europeo per vendite. I dati sono di Acea, associazione dei costruttori

chiudi

Caricamento Player...

Fiat Chrysler Automobiles continua a migliorare le proprie performances in Europa più di quanto non faccia il mercato dell’auto del Vecchio Continente. A maggio, infatti, Fca ha segnato un aumento del 25,3%. Un dato che le permette di fregiarsi del titolo di quarto costruttore europeo per vendite con una quota del 7,4% in crescita di 0,6 punti percentuali. I dati sono di Acea, l’associazione dei costruttori europei di autovetture.

Entrando più nel dettaglio, emerge che nei primi cinque mesi dell’anno Fca ha consegnato 452.043 vetture in aumento del 17,6% rispetto al rispettivo periodo del 2015 e la quota è salita al 6,9% dal 6,4%. La crescita, secondo Gian Primo Quagliano, presidente del centro studi Promotor, è diffusa ad amplissimo spettro e, se si considera l’andamento per gruppi automobilistici, il risultato è lo stesso. Sono tutti in crescita senza eccezione alcuna.

Fca, positiva in un quadro positivo

Cresce anche a maggio il mercato dell’auto in Europa. Le immatricolazioni nei Paesi dell’Ue più Efta (Norvegia, Islanda e Svizzera) sono state un milione 330.599 con un aumento del 15,5% rispetto a maggio 2015. Nel periodo gennaio-maggio 2016 sono state vendute 6 milioni e 583.373 automobili con una crescita del 9,7% rispetto ai primi cinque mesi dello scorso anno. I tassi di sviluppo particolarmente elevati si riscontrano nei paesi della fascia mediterranea della zona euro che sono stati iper penalizzati durante la crisi. Cipro cresce del 53,9%, la Grecia del 48,7%, l’Italia del 27,3% e la Spagna del 20,9%.

In molti paesi, infatti, c’è ancora una domanda di sostituzione arretrata negli anni passati e inoltre, proprio durante gli ultimi anni, il mercato mondiale dellautomobile ha conosciuto una eccezionale fase di sviluppo. Grazie anche alle prospettive di crescita dei nuovi mercati dei paesi emergenti o di recente emersione e al recupero dei mercati avanzati, al forte sviluppo della domanda hanno corrisposto importanti investimenti delle case auto con formidabili innovazioni che rendono una prospettiva concreta l’auto a guida autonoma e non più utopistica l’attesa di ridurre a zero i morti e gli incidenti sulle strade.

Le nuove auto immesse sul mercato negli ultimi anni – sostiene Gian Primo Quagliano – esercitano quindi un fortissimo appeal sulla gente che, in Italia, in Europa e in tutto il mondo, non solo non rinuncia all`auto, ma non vuole perdere la propria quota di maggior sicurezza e di maggior comfort che le nuove auto assicurano.

Fonte: Askanews