Mercedes AMG GT C Roadster. 557 cavalli, 316 km/h!

Mercedes AMG GT C Roadster. 557 cavalli, 316 km/h!

Mercedes AMG GT C Roadster. 557 cavalli, 316 km/h!

La Mercedes AMG GT C Roadster è la variante più prestazionale delle due nuove scoperte che Affalterbach si appresta a lanciare a Parigi

chiudi

Caricamento Player...

Dopo il debutto internazionale della AMG GT R il marchio di Affalterbach si presenta al Salone dell’Auto di Parigi (1-16 ottobre) con due affascinanti versioni roadster della biposto sportiva. La più prestazionale è la Mercedes AMG GT C Roadster.

Derivata dalla super sportiva AMG GT R

La Mercedes AMG GT C Roadster mutua alcune caratteristiche tecniche dall’AMG GT R, come l’asse posteriore sterzante o il differenziale posteriore autobloccante a regolazione elettronica. Anche sotto il profilo delle dimensioni si ispira alla super sportiva di casa: i parafanghi posteriori più larghi consentono di ampliare sia la carreggiata che le ruote dell’asse posteriore, per velocità in curva ancora più elevate e una trazione eccellente. Le sonorità da V8 autentico sono merito dell’impianto di scarico Performance a lunghezza variabile.

557 CV a disposizione, 316 km/h

La Mercedes AMG GT C Roadster affina ulteriormente le notevoli doti del V8 biturbo da 4,0 litri, mettendo in risalto il carattere esclusivo del nuovo modello. Con un valore di 557 CV (410 kW) la potenza massima supera di 47 CV (35 kW) quella dell’AMG GT S ed è inferiore a quella della Mercedes-AMG GT R per 28 CV (20 kW). La coppia massima di 680 Nm è disponibile dai 1900 ai 5750 giri al minuto. Impressionanti l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi e la velocità massima di 316 km/h.

Capote in tessuto di nuova generazione

Elemento di spicco della Mercedes AMG GT C Roadster è ovviamente la capacità di trasformarsi rapidamente da coupé a vettura aperta. La capote in tessuto si apre e si chiude in circa undici secondi e l’operazione può essere avviata anche procedendo a una velocità di 50 km/h. I tre colori nero, rosso e beige disponibili per la capote si abbinano alle undici tonalità previste per gli esterni e alle dieci degli interni. La capote in tessuto realizzata in tre strati si dispiega lungo un telaio in magnesio/acciaio/alluminio e, grazie al suo peso ridotto, concorre al baricentro basso della vettura. Una traversa integrata in alluminio con roll-bar funge da ulteriore protezione antiribaltamento.

Programma Race per divertirsi in pista

Per la Mercedes-AMG GT C Roadster è disponibile il programma di marcia «RACE», che adegua in maniera ottimale la strategia di innesto del cambio a doppia frizione alle esigenze dell’impiego in pista, offrendo tempi di innesto brevissimi e un sound del motore altamente emozionale. Premendo il tasto «M» separato, posto sulla consolle centrale, il conducente può attivare la modalità manuale del cambio in ogni programma di marcia.

Interni esclusivi dalla forte personalità

l design degli interni riprendono lo stile affascinante ed aggressivo degli esterni. Lo sviluppo in larghezza della plancia portastrumenti produce l’effetto di un’ala piena di vigore. Le linee di cintura alte, i rivestimenti delle porte dalla conformazione concava, la consolle centrale che sale con dinamismo e la posizione di seduta ribassata inseriscono il conducente alla perfezione nella plancia. Per la prima volta è disponibile il nuovo e luminoso allestimento interno in pelle nappa Exclusive Style in beige latte macchiato, che conferisce alla Mercedes-AMG GT C Roadster ancora più personalità ed esclusività.

L’intero abitacolo come subwoofer

l Sound System Surround Burmester e il Sound System Surround Burmester High End creano un’esperienza sonora unica. Entrambi i sistemi sfruttano un’innovazione sviluppata da AMG in collaborazione con Burmester: l’Externed Coupled Subwoofer (ECS). Il nuovo sistema per la riproduzione ottimale dei bassi spinti all’estremo trasforma la Mercedes-AMG GT C Roadster in una sala da concerti mobile. Al posto di un subwoofer dagli spazi limitati, l’ECS sfrutta l’intero abitacolo come subwoofer. Ciò è reso possibile da una speciale apertura nel passaruota destro posteriore. Il subwoofer è collegato con questa apertura nella scocca, attraverso la quale trasmette tutta la potenza del sound.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella fotogallery