Mercedes AMG GT R. Intrigante strega Verde

Mercedes AMG GT R. Intrigante strega Verde

Mercedes AMG GT R. Intrigante strega Verde

La Mercedes AMG GT R debutta al Goodwood Festival of Speed in una spettacolare livrea verde, omaggio all’Inferno Verde del Nürburgring

chiudi

Caricamento Player...

Debutto spettacolare per la Mercedes AMG GT R che, come avevamo preannunciato è stata ufficialmente presentata al Goodwood Festival of Speed per la gioia del numerosissimo pubblico che ha potuto ammirarla nella suo affascinante abito verde da intrigante strega dell’Inferno Verde, ovvero il Nürburgring. È qui che la nuova belva di Affalterbach è stata messa a punto e affinata per rendere ancora più estrema la già super performante Mercedes-AMG GT S da cui è derivata.

Nata nell’Inferno Verde

Il Nordschleife, ovvero il celebre anello nord del Nürburgring, fu definito dall’asso della Formula 1 James Hunt “Inferno Verde” per sottolinearne le estenuanti difficoltà tecniche di guida dovute in primo luogo all’impossibilità di memorizzarlo. Lungo ben 22.835 km, era formato da 172 curve (di cui 84 a destra e 88 a sinistra), ognuna delle quali si differenziava per raggio, inclinazione e pendenza. Il tracciato si snoda ancora oggi tra i lussureggianti saliscendi delle alture comprese tra le città di Adenau, Nürburg e Müllenbach nell’Eifel. Dopo aver aiutato a creare il mito di Auto Union e Mercedes-Benz, ha ospitato il Gran Premio di Germania di Formula 1 sino alla metà degli anni Settanta. Oggi, sia pure rivisto, corretto e reso oltre modo più sicuro, si è trasformato nel più probante banco di prova per le auto ad alte prestazioni.

Intrigante e cattivissima

La Mercedes AMG GT R affascina e “strega” al primo sguardo. La linea è decisamente più muscolosa di quella della GT e ricorda da vicino quella della cattivissima GT3 da competizione. Spicca nella vista posteriore l’alettone fisso e l’estrattore con terminali di scarico centrali. L’aerodinamica è stata affinata grazie agli interventi sulla carrozzeria, oltre all’introduzione di elementi attivi nella parte frontale inferiore del sottoscocca. Notevole la riduzione di peso. La GT R guadagna ben 90 kg rispetto alla GT S, facendo segnare sulla bilancia solo 1554 kg.

Prestazioni spettacolari

L’upgrade al poderoso motore bi-turbo V8 di 4.0 litri (ha interventi alla centralina e all’impianto di scarico in titanio) ha consentito un notevole incremento della potenza massima che è passata da 510 a 585 CV con una coppia di 700 Nm. Rivisti anche i rapporti della doppia frizione con cambio a sette marce. Confermate alla presentazione le spettacolari prestazioni. La Mercedes AMG GT R schizza da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi (0,2 secondi più scattante della GT S) e raggiunge una velocità massima di 318 km/h, ovvero 8 km in più rispetto alla versione S.

Il piacere della guida estrema

Ad aiutare la guida estrema provvedono le sospensioni adattive in tre modalità, l’impianto frenante carboceramico ad alte prestazioni, l’ AMG Drive Select, che include i programmi Sport Plus e Race e il sofisticato Active Rear-Wheel Steering system, che si occupa del movimento delle ruote posteriori in senso opposto o similare alle anteriori, in base alle velocità più o meno elevate.

Le prime consegne della Mercedes AMG GT R sono previste dal marzo dell’anno prossimo.