Modulo Cid 2017: tutte le novità

Modulo Cid 2017: tutte le novità

Modulo Cid 2017: tutte le novità

Modulo CID 2017, ecco una serie di novità sul documento indispensabile che va compilato in caso di incidente stradale

chiudi


Alzi la mano a chi non è capitato di essere coinvolto in un’incidente stradale? Sono milioni, purtroppo, gli automobilisti che si ritrovano a vivere un’esperienza di questo tipo. In caso di incidente stradale arriva in nostro soccorso il modulo CID conosciuto anche come constatazione amichevole tra le due parti.

Modulo CID

Il Modulo CID (modello di constatazione amichevole di incidente) è un modello riconosciuto dalla Costituzione che va compilato in ogni sua parte in caso di indennizzo diretto. Si tratta di un documento che riporta tutti i dati che va redatto e firmato da entrambi le parti coinvolte nell’incidente. In caso di danni a persone non può essere compilato. E’ utile compilarlo in caso di constatazione amichevole in modo da accelerare i tempi per avere un risarcimento diretto, in modo da ricevere in tempi celeri il denaro direttamente dalla compagnia assicurativa senza chiamare in causa la Polizia. Se durante la procedura di compilazione dei CID non si raggiunge un accordo tra le parti coinvolte nell’incidente allora consigliamo di chiamare le autorità in modo che possano valutare e analizzare le dinamiche dell’incidente. Importante: il CID è un atto scritto e come tale ha un enorme valore; nel caso non dovessi sentirti sicuro è preferibile non firmarlo.

Incidente senza modulo CID

In caso di incidente senza la presenza di modulo CID ci sono una serie di cose da prendere in considerazione:

  • annotare tutti i dati dell’altro conducente;
  • dati automobile come numero di targa ed assicurazione;
  • annotare dati di eventuali testimoni;
  • numero di telefono del conducente;
  • data e ora dell’incidente;
  • luogo dell’incidente;
  • descrizione dell’incidente con tanto di foto danni veicoli.

Una volta raccolte tutte queste informazioni consigliamo di inviare una lettera raccomandata alla propria compagnia assicurativa in modo che provvederà a contattare l’altro automobilista al di là se tu abbia torto o ragione circa le dinamiche dell’incidente. Nel caso non fosse tua la responsabilità dell’incidente è importante segnalarlo nella lettera invita alla assicurazione fornendo tutti i dati del veicolo che ha causato il sinistro chiedendo il risarcimento. Per conoscere l’importo preciso del danno è opportuno recarsi presso un meccanico e richiedere un preventivo dei danni.