NAIAS di Detroit: il futuro dell’auto è qui

NAIAS di Detroit: il futuro dell’auto è qui

NAIAS di Detroit: il futuro dell’auto è qui

Il NAIAS di Detroit, che apre i battenti l’11 e si concluderà il 24 gennaio, si preannuncia ricco di novità e rappresenta il compendio a quanto mostrato in anteprima al CES di Las Vegas.

chiudi


Il NAIAS di Detroit, ovvero il North American International Auto Show, che si tiene in quella che un tempo era la leggendaria Motown, apre la stagione dei grandi saloni internazionali, vetrine di un mondo dell’automotive sempre più articolato e complesso che gioca ormai una partita globale, dove i Saloni dell’auto non sono più il solo punto di riferimento per le novità del settore.

Lo ha dimostrato proprio in America il CES, cioè il Consumer Electronic Show (6-9 gennaio) di Las Vegas dove, accanto agli smartphone e ai televisori di ultima generazione, è stato delineato quello che sarà il futuro dell’auto nei prossimi anni: un veicolo altamente tecnologico, pratico come uno smartphone, rispettoso dell’ambiente, tagliato su misura per la massa, in linea con le sue necessità di fruibilità ed economicità, ma che non rinuncia a restare l’oggetto del desiderio dei tanti appassionati che ancora ci sono nel mondo.

Non è un caso che la regina del NAIAS di Detroit potrebbe essere la nuova attesissima Mercedes Classe E, la più tecnologica e sofisticata di sempre. Tra le sue particolarità la possibilità della guida autonoma. La Mercedes-Benz Classe E è stata la prima vettura di serie al mondo ad ottenere l’autorizzazione per test drive con guida autonoma nello stato americano del Nevada (leggi il servizio) in occasione del CES di Las Vegas, prima della presentazione ufficiale a Detroit.

Alla Stella risponde l’Audi con una concept a propulsione ad idrogeno che anticipa la futura Q6 e-Tron, ed è alla base della nuova strategia che vuole la Casa dei quattro anelli portabandiera dell’utilizzo dell’idrogeno come propellente di domani davvero ad emissioni zero.

Volvo fa debuttare a Detroit la nuova ammiraglia, la S90 per ora solo in versione berlina. Sempre sul fronte delle premium, grande attesa per la Genesis, la nuova “firma” del lusso secondo Hyundai.

Come abbiamo accennato prima i Saloni dell’auto non sono più le sole vetrine dove presentare le novità. Non è più un obbligo per le Case essere presenti. Ecco perché hanno rinunciato ad esporre a Detroit Case come Jaguar, Land Rover, Mini e Tesla. Mini ha spiegato che la decisione riflette la nuova strategia del brand, focalizzata su saloni selezionati ed eventi studiati ad hoc per il proprio target ed in questa ottica non ci sarà neanche a Ginevra.

Per quanto riguarda FCA si attende la conferenza di Marchionne per saperne di più sui piani del Gruppo. Ciò che è certo il debutto del SUV Maserati Levante slitta a Ginevra e altri modelli, dei diversi brand, potrebbero essere posticipati al 2018.

Per saperne di più e conoscere tutte le novità non dimenticate di visitare la sezione speciale dedicata al NAIAS di Detroit e aggiornata in “tempo reale” dai nostri inviati. (Vai alla sezione)