Nuova Porsche 911 RSR. Obiettivo vincere Le Mans 2017

Nuova Porsche 911 RSR. Obiettivo vincere Le Mans 2017

Nuova Porsche 911 RSR. Obiettivo vincere Le Mans 2017

chiudi

La Nuova Porsche 911 RSR, presentata in anteprima mondiale a Los Angeles, rappresenta lo stato dell’arte delle vetture da corsa categoria LM-GTE

La Nuova Porsche 911 RSR è l’erede diretta di quella straordinaria famiglia di vetture da competizione che, elaborate sull’architettura della 91,1 hanno dominato la scena della categoria GT sin dal 1996 con la 911 GT1. Nel 1998, la 911 conseguì la 16a vittoria assoluta per Porsche alla 24 Ore di Le Mans contro le vetture più veloci della classe GT1. Lo stesso obiettivo che oggi si pone la Nuova Porsche 911 RSR, vettura da corsa monoposto per la categoria LM-GTE.

Tagliata su misura per Le Mans

La nuova 911 RSR sfrutta il vantaggio di tutte le possibilità offerte dal regolamento GT per la 24 Ore di Le Mans. Per descriverla lasciamo la parola al Direttore del reparto Porsche Motorsport, Dr. Frank-Steffen Walliser: “Anche se conserva il tipico design 911, si tratta della più grande evoluzione nella storia del nostro modello GT di punta. La nuova 911 RSR rappresenta una nuova evoluzione: telaio, struttura della carrozzeria, concetto aerodinamico, motore e cambio sono stati completamente riprogettati. Il nuovo concetto del motore ha permesso agli ingegneri di installare un diffusore posteriore particolarmente generoso. La combinazione con uno spoiler posteriore montato in alto e ispirato alla vettura da corsa LMP1, la 919 Hybrid, ha notevolmente migliorato il livello di deportanza e di efficienza aerodinamica. Nella 911 RSR abbiamo voluto puntare su un motore aspirato particolarmente moderno e leggero, in grado di garantire ai nostri ingegneri una grande libertà di sviluppo della vettura. Inoltre, il regolamento LM-GTE prevede, in linea di principio, l’assoluta parità fra i diversi concetti di trazione, poiché le caratteristiche di coppia dei motori turbo e aspirati sono allineate”.

Massima funzionalità per facilitare gli interventi

In base alle dimensioni della flangia di strozzatura, il nuovo motore aspirato eroga circa 510 CV (375 kW), trasferiti alle ruote posteriori di 31 centimetri da un cambio sequenziale a sei rapporti azionato da tasti di selezione e dotato di scatola in magnesio. Differenziale autobloccante a lamelle con Visco-Lock. Frizione da gara a tre dischi in fibra di carbonio. La scocca è in struttura ibrida di alluminio e acciaio con peso ottimizzato. Intere parti del rivestimento in fibra di carbonio possono essere completamente sostituite in brevissimo tempo grazie ad ingegnosi sistemi di fissaggio a sganciamento rapido. Inoltre, l’assetto del telaio può essere modificato in modo molto più semplice e veloce.

Un sistema anticollisione per evitare errori

La Nuova Porsche 911 RSR impiega, per la prima volta su una vettura da corsa, modernissimi sistemi di assistenza come quello anticollisione provvisto di sensore radar. Un monitor integrato nel cruscotto consente di riconoscere tempestivamente, anche al buio, i prototipi LMP più veloci evitando errori. Il nuovo concetto di gabbia di protezione ed un nuovo sedile da gara, saldamente avvitato alla carrozzeria, aumentano ulteriormente la sicurezza del pilota. Dato che il sedile resta fissato alla vettura, la pedaliera può essere spostata e adattata alla statura del guidatore.

Nella stagione 2017 Porsche si presenterà con due vetture rispettivamente al FIA World Endurance Championship (WEC), inclusa la 24 Ore di Le Mans, e all’IMSA Weathertech Championship americano. Il debutto in gara, è previsto per il 28 e 29 gennaio 2017 alla gara di apertura della stagione IMSA, a Daytona.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella fotogallery