A Los Angeles debutta la e-Golf: fino a 300 km di autonomia

A Los Angeles debutta la e-Golf: fino a 300 km di autonomia

A Los Angeles debutta la e-Golf: fino a 300 km di autonomia

chiudi

La nuova e Golf offre il doppio dell’autonomia. Tra le altre novità infotainment con touchscreen da 9,2” e comandi gestuali

Volkswagen presenta la nuova generazione della e Golf in prima mondiale al Los Angeles Auto Show. Ed è tutto con il segno più. Il nuovo modello offre più potenza, un’autonomia incrementata e dotazioni più ricche. Grazie a un aumento del 50%, ora la e Golf ha un’autonomia che raggiunge i 300 km. Questo limite la rende una vettura adatta anche a quei pendolari che ogni giorno si spostano nelle aree metropolitane, che possono contare. Per loro, in base allo stile di guida e all’uso del condizionatore, almeno 200 km o più di autonomia.

Ma il miracolo da dove arriva? Nella e Golf 2017 viene impiegata una nuova batteria agli ioni di litio. La capacità capacità di quest’ultima passa da 24,2 kWh agli attuali 35,8 kWh. Quanto ai tempi di ricarica, per “rifornire” l’80% della batteria è sufficiente un’ora. Prendendo energia da una wallbox da 7,2 kW si raggiunge il 100% della ricarica in meno di sei ore. Al pari della batteria, anche il propulsore offre maggiori prestazioni.

Ora il motore elettrico sviluppa 100 kW, evidenziando un incremento di 15 kW rispetto alla precedente e Golf, e la coppia è migliorata passando da 270 a 290 Nm. Nonostante le migliori prestazioni e il peso aumentato della batteria, il consumo di energia è rimasto invariato – 12,7 kWh per 100 km – a testimonianza di una grande efficienza. La nuova e-Golf sfrutta meglio le proprie potenzialità anche nell’ottica delle performance: la velocità massima è passata da 140 a 150 km/h e l’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede ora 9,6” rispetto ai precedenti 10,4”.

e Golf avanti in tutto. Anche nell’infotainment

La e Golf è la prima auto elettrica a proporre un sistema di controllo gestuale dell’infotainment. Il nuovo impianto di radio navigazione Discover Pro con touchscreen capacitivo da 9,2” consente infatti di gestire le icone del menu principale, di cambiare le stazioni radio o le canzoni della playlist con movimenti orizzontali della mano. Un’altra chicca è l’Active Info Display, ovvero la strumentazione completamente digitale, realizzata da un pannello da 12,3” dove vengono visualizzate differenti schermate in base alle preferenze di chi sta al volante.