Pneumatici gonfiati ad azoto come funzionano, una guida rapida

Pneumatici gonfiati ad azoto come funzionano, una guida rapida

Pneumatici gonfiati ad azoto come funzionano, una guida rapida

chiudi

Pneumatici gonfiati ad azoto come funzionano: dettagli e informazioni, vantaggi e utilità.

Pneumatici gonfiati ad azoto come funzionano: una guida rapida e comprensibile per scoprire tutti i segreti di questa tecnica. Perché conviene, quando non conviene, i costi e molto altro.

Un’aria “premium”. Ha senso?

Da molti anni alcuni gommisti in italia offrono un servizio di gonfiaggio delle gomme con una miscela particolare: l’azoto. Si è dibattuto molto sull’effettiva utilità di questa pratica, che secondo molti (specialmente coloro che lo vendono, naturalmente) ha proprietà molto appetibili.

In questa breve guida cercheremo di capire quali sono i vantaggi, quanto costano e gli scenari ideali di applicazione.

I vantaggi

La soluzione all’azoto dispone di svariate proprietà importanti e molto utili. Per cominciare, è molto meno suscettibile alle variazioni di temperatura, e si espande o contrae meno al suo variare.

Inoltre, le gomme gonfiate con l’azoto non hanno alcun rischio di esplodere in caso di urti violenti o incidenti, e la gomma rimane gonfia per molto più tempo. In estrema sintesi, tutti questi vantaggi si possono riassumere in un semplice punto: miglior tenuta di strada.

Come si gonfiano le gomme con l’azoto

Gonfiare le gomme con l’azoto richiede un’attrezzatura speciale. In altre parole, non è possibile farlo da soli. È necessario andare da un gommista che sia attrezzato per questo tipo di operazione. Capire quale gommista sia in grado di gonfiare le gomme con l’azoto è difficile: più o meno sono circa due su dieci.

In genere, i centri grossi e più attrezzati sono una scommessa molto sicura.

Prezzi e consigli

In genere gonfiare un treno di gomme con l’azoto costa tra i 10 e i 15 euro. Non è una gran cifra, a livelli assoluti, ma sicuramente superiore agli zero euro che vengono solitamente richiesti per l’aria normale. La pratica è consigliata su auto ad alte prestazioni e in estate.