Proteggere auto senza garage, una guida minima breve

Proteggere auto senza garage, una guida minima breve

Proteggere auto senza garage, una guida minima breve

Proteggere auto senza garage, i passaggi più importanti

chiudi


Proteggere auto senza garage: guida minima per far sopravvivere nel migliore dei modi la nostra auto alle intemperie, agli eventi atmosferici e agli altri inconvenienti che possono capitare per strada.

Il cruccio dell’automobilista appassionato

Uno dei principali crucci di chi acquista una bella auto e non dispone di un garage è cercare di mantenerla in forma il più a lungo possibile. Purtroppo non è un lavoro semplice, anzi: è una battaglia persa in partenza, specialmente per chi tende a tenere la propria auto per molti anni.

A ben vedere, l’auto dovrà stare per diversi anni in balia delle intemperie, del caldo estivo e del gelo invernale, esposta a ogni tipo di agente contaminante, sporcizia, e chissà quanti altri pericoli. Cerchiamo di capire come trarre il massimo della situazione con qualche accorgimento.

Pensare bene a dove si parcheggia

Se ci tenete alla vostra auto e volete che duri il più a lungo possibile, molto dipenderà da come e dove la parcheggerete. Cercate per quanto possibile di evitare zone troppo assolate, non solo d’estate. I raggi solari sono deleteri per la carrozzeria e le plastiche anche in inverno.

Se possibile, cercate di parcheggiare la vostra auto nelle vicinanze delle auto dal valore più elevato che trovate. È molto più difficile che il proprietario apra sbadatamente la portiera con troppa violenza e vi segni l’auto.

Cera e pulizia

Cerare l’auto può essere una di due cose spiacevoli: molto costoso o molto faticoso. Tuttavia la cera offre una protezione piuttosto importante per la carrozzeria: evita la contaminazione di agenti inquinanti, protegge dall’acidità della pioggia o dalla salsedine del mare.

Si consiglia di applicarla (o farla applicare) almeno due volte l’anno, per essere sicuri. Dopodiché, è opportuno lavare l’auto con una certa regolarità, almeno una volta ogni due settimane. Meglio manualmente, i rulli rischiano di rigare la carrozzeria.